Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most popular articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Popular Journal Articles on PEP Web by checking the PEP tab found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Benedetti, G. (1967). la psichiatria nelle varie civiltĂ  e culture. Psicoter. Sci. Um., 1(2-3):9-15.

(1967). Psicoterapia e Scienze Umane, 1(2-3):9-15

la psichiatria nelle varie civiltà e culture

Gaetano Benedetti

Come disse Roland, la psichiatria sociale è passata, nello scorcio di questo secolo, attraverso tre fasi, che possono simbolicamente venire contrassegnate da tre denominazioni: l'altrui, l'io e il «noi». Nella prima fase della ricerca psicopatologica l'osservatore studia l'altrui come modello psichico a sé stante, senza connessione con la sua famiglia, la sua società, la sua cultura. Con l'oggetto egli non si identifica, con esso ha un rapporto di pura osservazione. Secondo la nostra allegoria, passiamo alla fase dell'io quando l'osservatore è preoccupato di scoprire nel suo paziente motivazioni, bisogni, desideri che egli in parte trova anche in se stesso: è il mondo interiore dell'infermo che viene così scoperto e con cui viene in parte posta in rapporto la sua patologia mentale; l'osservatore «comprende» l'oggetto di studio identificando una parte di sé con l'altrui. Nella terza fase, quella del «noi», l'osservatore studia il fenomeno mentale da un punto di vista sociale, egli non si limita cioè a vedere amplificata nella malattia mentale la struttura conflittuale del singolo, ma osserva i rapporti fra il singolo fenomeno mentale e tutte le dimensioni di vita psicosociali, i valori, le tradizioni, le migrazioni, ecc., in cui egli vive col suo malato. Il disturbo psichico appare allora come punto di cristallizzazione di conflitti che fanno parte di tutta la cultura.

La psichiatria culturale si trova davanti ad ardue difficoltà di metodo, rappresentate dal diverso uso di concetti nosologici a seconda delle varie scuole psichiatriche, dei paesi e delle civiltà.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.