Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see who cited a particular article…

PEP-Web Tip of the Day

To see what papers cited a particular article, click on “[Who Cited This?] which can be found at the end of every article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Lavanchy, P.L. (1968). «The family and individual development» di Winnicott D.W., Tavistock Publications, Londra 1965. Psicoter. Sci. Um., 2(5):28-29.

(1968). Psicoterapia e Scienze Umane, 2(5):28-29

«The family and individual development» di Winnicott D.W., Tavistock Publications, Londra 1965

Pierrette Lai Lavanchy

«The Family and Individual Development» di Winnicott consiste in una raccolta di 18 saggi, la maggioranza dei quali già presentati sotto forma di conferenze, indirizzate a un pubblico iniziato ai problemi dello sviluppo psicologico. Però, anche grazie ad uno stile del tutto personale e ad un linguaggio esente da ogni sofisticazione specialistica, questa opera ci sembra accessibile a un pubblico più vasto; restando tuttavia una fonte di conoscenze precise, ben lungi dalle caratteristiche della volgarizzazione approssimativa.

Contrariamente alla prospettiva consueta di chi tratta problemi di psicologia evolutiva, Winnicott non si pone a livello di una identificazione col bambino, né si lascia prendere dalla troppo frequante seppure repressa ostilità, dello psichiatra di bambini contro la loro famiglia. Rispetto a una corrente culturalista ancora troppo attuale, che consiste nel tenere conto, nei genitori, solo dei tratti patologici atti a produrre o a mantenere i disturbi della prole, la posizione di Winnicott ha un aspetto decisamente diverso. Infatti l'argomento centrale del libro è la famiglia nel suo compito specifico di promuovere un ambiente «facilitante» delle tendenze naturali del bambino verso la crescita e la maturazione. A nessun momento poi l'autore perde di vista la reciprocità essenziale fra la realizzazione sociale e la realizzazione individuale del destino umano. La maturità della società, che è poi il criterio di sanità di questa società stessa, non può essere assicurata che da una sufficiente percentuale di individui emozionalmente maturi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.