Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: PEP-Web Archive subscribers can access past articles and books…

PEP-Web Tip of the Day

If you are a PEP-Web Archive subscriber, you have access to all journal articles and books, except for articles published within the last three years, with a few exceptions.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Codignola, E. (1968). vissuto della violenza e ruolo terapeutico in Bettlheim. Psicoter. Sci. Um., 2(6):31-32.

(1968). Psicoterapia e Scienze Umane, 2(6):31-32

vissuto della violenza e ruolo terapeutico in Bettlheim

Enzo Codignola

Di Bruno Bettelheim mi interessa l'opera ma anche più la vita, come testimonianza di momenti culturali fondamentali nell'Occidente da quarant'anni in qua. Penso ad un medico ebreo che vive il clima di Vienna fra le due guerre, dalla grande tradizione mitteleuropea alla violenza pantedesca. Lo immagino tentare tumultuosamente la strada marxista, quella socialdemocratica, poi cercare una soluzione altrettanto globale nella psicoanalisi. Con Freud come genius loci quest'esperienza fa di Bettelheim un neofita entusiasta: di fronte all'involuzione fascista della sua patria e dell'Europa si intravede un nuovo umanesimo, l'ideale psicoanalitico di esistenza diventa altrove l'illusione del tempo e può essere qui un'arma potente. Poco dopo il nazismo, con un anno di «lager», lo confronta con ciò che egli chiamerà una «condizione estrema di resistenza», che gli rivela la natura profonda ed i limiti della psicoanalisi. Poi l'accoglienza americana, le possibilità di lavoro e di ricerca. La scelta della psicoterapia delle psicosi. L'approdo ad un istituto per il trattamento di bambini psicotici, l'incontro con un altro momento cruciale degli ultimi venti anni, dove la psicoterapia come tecnica, la riflessione sull'uomo e la questione delle matrici sociali dell'esperienza individuale confluiscono. Infine, l'accettazione di una filosofìa tutto sommato tranquillizzante, ma anche una consapevolezza critica che non lo abbandona più; degli ideali forse deboli, e tuttavia la cura di bimbi gravemente regrediti in un'istituzione pilota ammirevole.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.