Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most cited articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Cited Journal Articles on PEP Web by checking the PEP Section found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Verde, J.B. (1974). l'aggressivitĂ  nello sviluppo umano. Psicoter. Sci. Um., 8(1):14-17.
   

(1974). Psicoterapia e Scienze Umane, 8(1):14-17

l'aggressività nello sviluppo umano

Jole Baldaro Verde

Il termine aggressività, nella sua accezione più vasta, non soltanto psicologica ma nel linguaggio comune, viene adoperato per descrivere e definire una vastissima gamma di comportamenti nella quasi totalità considerati negativi sia dal punto di vista sociale che da quello individuale. Certamente l'ambiguità del termine, la molteplicità di aspetti e di significati, l'inesistenza di una linea precisa di demarcazione tra le forme di aggressività generalmente deplorate e quelle poche ammesse o riconosciute positive, ha portato gli psicologi ad indirizzare gli studi essenzialmente verso gli aspetti negativi della aggressività forse perché è più facile osservare le modificazioni negative che l'ambiente continuamente porta a questo istinto piuttosto che il suo naturale sviluppo. Dalla moltitudine di studi psicoanalitici sulla aggressività è possibile isolare e seguire due linee di interpretazione: quella di impulso innato, tendente alla morte e contrapposto all'Eros « istinto di vita » e l'altra, legata a Dollard ed alla sua scuola che ritengono l'uomo per natura non aggressivo, ma tale solo in seguito ad una frustrazione.

Per lungo tempo Freud considera l'aggressività come facente parte dell'istinto sessuale (sarebbe meglio dire come perversione dell'istinto sessuale), giungendo solo in secondo periodo alla teoria dualistica degli istinti che vede accanto alla libido un'altra carica energetica indirizzata verso la distruttività; questa carica, quando viene inibita verso l'esterno, si dirige verso il soggetto stesso fino a distruggerlo.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.