Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To download the bibliographic list of all PEP-Web content…

PEP-Web Tip of the Day

Did you know that you can download a bibliography of all content available on PEP Web to import to Endnote, Refer, or other bibliography manager? Just click on the link found at the bottom of the webpage. You can import into any UTF-8 (Unicode) compatible software which can import data in “Refer” format. You can get a free trial of one such program, Endnote, by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Bacciagaluppi, M. (1978). le contraddizioni di Rousseau. Psicoter. Sci. Um., 12(4):1-5.

(1978). Psicoterapia e Scienze Umane, 12(4):1-5

le contraddizioni di Rousseau

Marco Bacciagaluppi

Mi sembra utile rivedere la figura di Jean-Jacques Rousseau alla luce di alcuni sviluppi recenti delle scienze umane, in particolare della psicoanalisi postfreudiana, della psichiatria interpersonale e dell'etologia umana. Il secondo centenario della morte è beninteso un'occasione puramente esteriore. Penso piuttosto che in molti aspetti della sua figura vi siano per noi dei motivi sosianziali di interesse. Questo è naturalmente un segno della fecondità del suo pensiero: non soltanto è risultato precursore, per certi aspetti, della Rivoluzione francese nel Sesttecento, o del concetto marxiano di aiienazione nell'Ottocento, ma anche di certe fondamentali problematiche attuali. Così Buzzatti Traverso, in un articolo recente (1), lo considera precursore dell'ecologia.

D'altra parte, se uno dei poli dell'attenzione di Rousseau è la società nei suoi rapporti con la natura, l'altro polo è l'individuo. Nella sua vita tormentata, quale risulta dalle Confessioni, egli sembra quasi volerci mostrare in sè stesso i danni provocati dalla società nella natura umana. In questo senso mi sembra che Rousseau si possa considerare anche precursore di un movimento di pensiero che si va profilando e che Schmidbauer chiama « etologia umana critica » (2): come l'ecologia cerca di definire i limiti dello sviluppo della società, così l'etologia umana critica cerca di definire i « limiti dello sviluppo » dell'uomo sul piano psicologico.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.