Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see papers related to the one you are viewing…

PEP-Web Tip of the Day

When there are articles or videos related to the one you are viewing, you will see a related papers icon next to the title, like this: RelatedPapers32Final3For example:

2015-11-06_09h28_31

Click on it and you will see a bibliographic list of papers that are related (including the current one). Related papers may be papers which are commentaries, responses to commentaries, erratum, and videos discussing the paper. Since they are not part of the original source material, they are added by PEP editorial staff, and may not be marked as such in every possible case.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Neri, A. (1978). psicodramma con ragazzi psicotici. Psicoter. Sci. Um., 12(4):17-26.

(1978). Psicoterapia e Scienze Umane, 12(4):17-26

psicodramma con ragazzi psicotici

Antonio Neri

Il gioco e un'esperienza dalla quale dipende la formazione del sentimento di identita; in questo senso e un'esperienza creatice. Gli studi sul gioco compiuti da Winnicott (Cfr. D. W. WINNICOTT, Gioco e realtà, A. Armando, Roma, 1974) possono essere da noi assunti quali elementi che facilitano la comprensione di un'esperienza, la drammatizzazione, che ha nel gioco il suo strumento principale.

L'oggetto transizionale e elemento che caratterizza l'area di gioco del bambino e agisce come mediatore fra la realtà interiore ed esterna. E' uno spazio situato fra il Sè, come realtà psichica interiore, è il non-Sè, inteso come mondo esteriore percepibile oggettivamente.

Esso e definito da Winnicott « la terza parte della vita di un essere umano » e rappresenta un'area che non viene posta in dubbio o rivendicata dall'esterno; è unvero e proprio « posto di riposo » in cui l'individuo cerca di mantenere separate e tuttavia collegate fra di loro la realtà interna ed esterna. L'illusione nasce in questo spazio e riguarda tutto ciò che prende vita ma che ancora non ha fissato il suo significato.

«(L'illusione) nasce quando c'è un incontro tra ciò che un bambino aspetta o allucina o quello di cui può farsi un'idea e quello che la madre mette a disposizione. « Così si edifica a poco a poco la capacità di far apparire quello che e, in effetti, disponibile” (WINNICOTT, Gioco e realtà, A.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.