Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most cited articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Cited Journal Articles on PEP Web by checking the PEP Section found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Micela, R. (1979). gli albori della psicoanalisi in Italia (1908-1938) il fascismo, la chiesa cattolica, la cultura ufficiale di fronte alla “nuova scienza”. Psicoter. Sci. Um., 13(4):1-15.

(1979). Psicoterapia e Scienze Umane, 13(4):1-15

gli albori della psicoanalisi in Italia (1908-1938) il fascismo, la chiesa cattolica, la cultura ufficiale di fronte alla “nuova scienza”

Rosaria Micela

Il testo che segue è una ricostruzione delle vicende che si svolsero intorno alla psicoanalisi dall'epoca della sua prima diffusione in Italia (1908-1915) fino al 1938, anno in cui fu messa fuori legge la Società Psicoanalitica(1).

Motivo conduttore della ricerca è una interpretazione specifica dei problemi che sollevò, in quegli anni, in Italia una scienza « nuova » come la psicoanalisi, in relazione alle varie componenti politiche, culturali e ideali in campo come la Chiesa, il fascismo e gli ambienti scientifici dominanti.

Dal quadro che segue emerge che anche durante il periodo fascista il problema fondamentale è stato il rapporto — o meglio lo scontro — tra la psicoanalisi e, da una parte gli ambienti scientifici e culturali dominanti, dall'altra la Chiesa.

Questa è, del resto, l'opinione che esprime Piero Meldini nell'introduzione al testo Mussolini contro Freud. La psicoanalisi nella pubblicistica del fascismo: « …negli anni Trenta a rifiutare violentemente e in blocco la psicoanalisi … è un po' tutto il mondo culturale italiano, nelle sue componenti maggioritarie-cattolica, positivistica ed idealistica — … come anche in quelle minoritarie e più progressive »(2).

Fino dalla prima diffusione della psicoanalisi l'ostilità maggiore viene dalle varie tendenze della cultura italiana: per un verso l'idealismo e lo spiritualismo filosofici, posizioni estremamente diffuse in tutta la cultura, per l'altro l'impostazione scientifica positivista degli ambienti medici.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.