Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access to IJP Open with a PEP-Web subscription…

PEP-Web Tip of the Day

Having a PEP-Web subscription grants you access to IJP Open. This new feature allows you to access and review some articles of the International Journal of Psychoanalysis before their publication. The free subscription to IJP Open is required, and you can access it by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Piacentini, T.C. Furlan, P.M. Mancini, A. (1983). MENTE E CORPO IN FREUD. « COME É » E « COME SE » (Parte seconda). Psicoter. Sci. Um., 17(2):41-67.

(1983). Psicoterapia e Scienze Umane, 17(2):41-67

MENTE E CORPO IN FREUD. « COME É » E « COME SE » (Parte seconda)

Teresa Corsi Piacentini, Pier Maria Furlan e Antonella Mancini

1. « Senza un preliminare e pieno accordo sul valore e il significato dei nomi, non è facile decidere quando un caso clinico debba essere rubricato sotto l'isteria o sotto le altre nevrosi… non è ancora intervenuta la mano ordinatrice la quale ponga le pietre di confine e rilevi i dati essenziali per la caratterizzazione » (1892-95, p. 245).

Nella prima parte di questa trattazione (1983) abbiamo avanzato l'ipotesi che Freud aggirasse alcune difficoltà teoriche dando luogo all'introduzione di una sorta di « parete mobile », la cui funzione consisterebbe nel ritagliare la sfera psicologica delimitandola in virtù di concetti biologici, e, analogamente, nell'isolare la sfera organica attraverso concetti psicologici.

Questa operazione a due vie, così formulata, potrebbe apparire dotata di una propria coerenza, se ad una lettura più approfondita non emergesse una sua funzione diversa, e cioè quella di servire a Freud, probabilmente in modo inconsapevole, a coprire alcune incoerenze speculative, a lasciare nell'ombra presupposti teorici che reggono alcuni caposaldi psicoanalitici, ad isolare artificialmente settori di ricerca tracciandone i limiti tramite postulati non più messi in discussione.

Stando ad una delle nostre ipotesi relativa al rapporto mente-corpo in Freud, egli si occupa della malattia e, in particolare dei suoi aspetti organici, solo in relazione al tentativo di stabilire l'origine psicogena dei sintomi corporei nei quali si imbatte nel corso della sua pratica clinica. L'interesse appare dettato dal bisogno di estrapolare ciò che gli può servire per la costruzione teorica dell'eziologia delle nevrosi.

A

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.