Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see translations of this article…

PEP-Web Tip of the Day

When there are translations of the current article, you will see a flag/pennant icon next to the title, like this: 2015-11-06_11h14_24 For example:

2015-11-06_11h09_55

Click on it and you will see a bibliographic list of papers that are published translations of the current article. Note that when no published translations are available, you can also translate an article on the fly using Google translate.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gualandri, E. Milana, P. (1983). PSICOLOGIA INFORMAZIONALE E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Psicoter. Sci. Um., 17(3):63-75.

(1983). Psicoterapia e Scienze Umane, 17(3):63-75

PSICOLOGIA INFORMAZIONALE E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

Emanuele Gualandri e Paola Milana

Introduzione

Con questo contributo ci si propone di formulare alcune ipotesi di ricerca sulle connessioni tra scienze umane e scienze dell'organizzazione in generale e dell'organizzazione aziendale in particolare. Il nostro assetto sociale sta attraversando attualmente un periodo di trasformazioni rapide e profonde che coinvolgono le istituzioni, l'economia, l'ambiente naturale e anche e soprattutto gli uomini. Questo processo, per le connotazioni di complessità e rapidità, non è prevedibile, almeno per quanto si riferisce alla sua dimensione globale, e risulta pertanto svincolato da ogni probabile assunto.

Per la ricerca psicoanalitica, la tendenza riduttiva a concepire l'ambiente sociale come mediamente attendibile, come entità invariabile, precluderebbe ogni possibilità esplicativa nel quadro delle moderne società industriali avanzate. Così come lo studio delle risposte individuali, viste come dipendenti esclusivamente dalla realtà interna, anche se questa contiene la rappresentazione del reale, purtuttavia rischierebbe di collocare l'uomo ai margini della prospettiva socioculturale attuale. L'approfondimento conoscitivo dell'uomo e del contesto, fondato su concezioni specifiche dello psichico e del sociale, persegue l'obiettivo di un superamento successivo e dell'uno e dell'altro, per tendere ad una comprensione più generale delle interrelazioni fra i due. Le teorie sociologiche e quelle psicologiche convergono su uno stesso oggetto di ricerca, da punti di vista diversi studiando i processi sociali e quelli mentali. Se però si assume che lo psichico si strutturi anche in rapporto a come si organizza il sociale, diventa allora particolarmente significativa l'ulteriore ricerca sulle correlazioni, non in maniera generale e aspecifica, ma in situazioni definite e connotate storicamente.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.