Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most cited articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Cited Journal Articles on PEP Web by checking the PEP Section found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Kernberg, O.F. (1983). LA INTERVISTA STRUTTURALE. Psicoter. Sci. Um., 17(4):22-55.

(1983). Psicoterapia e Scienze Umane, 17(4):22-55

LA INTERVISTA STRUTTURALE

Otto F. Kernberg

Riassunto del lavoro precedente

Precedentemente (4), ho proposto che le caratteristiche strutturali intrapsichiche dei pazienti con organizzazione borderline della personalità possono contribuire a differenziare i disordini borderline dalle nevrosi sintomatiche e dalla patologia nevrotica del carattere da una parte, e dalle psicosi, particolarmente la schizofrenia e la psicosi maniaco-depressiva, dall'altra. La diagnosi strutturale, cioè la diagnosi di una generale organizzazione intrapsichica fornita di stabilità, continuità e uguaglianza nel tempo, è facilitata da uno speciale tipo di intervista clinica — una «intervista strutturale» — che mette a fuoco la interazione tra il paziente e l'intervistatore, il funzionamento interpersonale del paziente in generale, e la storia recente della malattia.

Tre generali organizzazioni strutturali corrispondono ai disordini nevrotici, borderline e psicotici. Tali organizzazioni strutturali costituiscono una funzione stabilizzatrice dell'apparato psichico, mediando tra i fattori eziologici e le dirette manifestazioni comportamentali della malattia. Indipendentemente dai relativi contributi che fattori genetici, costituzionali, biochimici, familiari, psicodinamici o psicosociali danno all'eziologia della malattia, il risultato è che gli effetti di tutti questi fattori finiscono col riflettersi sul tipo della struttura psichica generale. Il funzionamento psicologico dell'individuo si stabilizza a livello di questa struttura, che diviene la matrice sottostante dalla quale si sviluppano i sintomi.

Ho

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.