Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Migone, P. (1983). LA DIAGNOSI IN PSICHIATRIA DESCRITTIVA: PRESENTAZIONE DEL DSM-III. Psicoter. Sci. Um., 17(4):56-90.

(1983). Psicoterapia e Scienze Umane, 17(4):56-90

LA DIAGNOSI IN PSICHIATRIA DESCRITTIVA: PRESENTAZIONE DEL DSM-III

Paolo Migone

La pubblicazione nel 1980 della 3a edizione del Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders dell'American psychiatric association, comunemente detto DSM-III, rappresenta un elemento di rilievo nella scena psichiatrica mondiale. Esso infatti non è solo una tappa importante nel cammino della psichiatria descrittiva, ma implica anche cambiamenti di tendenza all'interno della teoria e della pratica peichiatrica in questi ultimi decenni.

In questo articolo mi propongo di prendere in esame il DSM-III e di discutere alcune delle sue implicazioni per la psichiatria. Intendo fare ciò trattando i seguenti punti: 1. Antecedenti storici; 2. Maggiori novità del DSM-III: a) formali, b) di contenuto; 3. Descrizione del DSM-III; 4. Revisione della letteratura principale; 5. Conclusioni. In appendice, per dare meglio l'idea al lettore dello stile del DSM-III verranno riportati per intero i criteri diagnostici di una diagnosi del DSM-III (il disturbo della personalità antisociale).

1. Antecedenti storici

La storia della classificazione delle malattie mentali, che tra l'altro si tuffa nei secoli, è anche la storia di come l'uomo ha concepito il funzionamento della psiche e l'eziologia dei disturbi psichici. Essa ha avuto, nella sua storia recente, come momenti culminanti, i lavori di Sydenham, Pinel e soprattutto Kraepelin. Quest'ultimo, che viveva in un periodo storico caratterizzato dal fervore scientifico positivista, era inflenzato dai neurologi dell'epoca (Wernicke, Alzheimer, Pick, ecc.), e si sforzava di trovare la lesione organica dei disturbi mentali osservati.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.