Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access PEP-Web support…

PEP-Web Tip of the Day

If you click on the banner at the top of the website, you will be brought to the page for PEP-Web support.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Ranchetti, M. (1986). OSSERVAZIONI SULLA STORIA (DELLA PSICOANALISI). Psicoter. Sci. Um., 20(3):75-79.

(1986). Psicoterapia e Scienze Umane, 20(3):75-79

Storia e metodo storico in psicoanalisi e psichiatria

OSSERVAZIONI SULLA STORIA (DELLA PSICOANALISI)

Michele Ranchetti

La storia della psicoanalisi pone una serie di problemi che non hanno ricevuto sinora un'illustrazione sufficiente. Questi problemi non sono esclusivi, forse, ma certo sono propri e peculiari alla storia della psicoanalisi.

1)   Il primo problema è quello ‘della’ psicoanalisi. Infatti, il progetto di farne la storia (e le storie che si sono fatte sinora) presuppone un'idea della psicoanalisi come di un tutto limitato, in qualche modo riconoscibile. Fare la storia di questo tutto, dunque, implica almeno l'esistenza di un'idea coerente (e limitata) — e coerente proprio perché limitata. Questa idea non può che riguardare la dottrina, primariamente, in secondo luogo i fatti. Per solito, questa idea è percepita come un oggetto vivente, oppure una costruzione successiva ad una invenzione. Naturalmente, l'invenzione presuppone sempre qualcosa di già esistente, così come la costruzione si avvale di elementi in qualche modo disponibili. Tuttavia, è proprio di un'idea della psicoanalisi come di un tutto limitato e coerente, il progetto di poterne tracciare (farne) la storia. Una volta assunto questo presupposto (di solito non indicato), la storia risulta possibile, ma nella prospettiva e nel carattere del corpus dottrinale che ha un'origine, uno sviluppo e (non ancora) una fine. Dall'idea di questa unità dottrinale derivano alcune conseguenze, nell'ordine della sua storia: una conseguenza non evitabile, ad esempio, è l'iscrizione della storia nelle categorie dell'ortodossia (e delle deviazioni da essa). Ma, in quanto l'idea è assunta come corpus dottrinale, deviazioni e ortodossia rappresentano solo imputazioni di verità, perché non esiste, per principio, alcuna prova possibile, non esistendo alcuna possibilità di verifica.

2)   Una

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.