Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use the Information icon…

PEP-Web Tip of the Day

The Information icon (an i in a circle) will give you valuable information about PEP Web data and features. You can find it besides a PEP Web feature and the author’s name in every journal article. Simply move the mouse pointer over the icon and click on it for the information to appear.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Perlini, T. (1986). FALSA AUTONOMIA ED ECLISSI DELLA SOCIETĂ€. Psicoter. Sci. Um., 20(3):160-187.

(1986). Psicoterapia e Scienze Umane, 20(3):160-187

FALSA AUTONOMIA ED ECLISSI DELLA SOCIETÀ

Tito Perlini

È opinione diffusa che i mutamenti che si sono prodotti sul piano economico, sociale e politico negli ultimi dieci anni nei paesi dell'Occidente industriale avanzato abbiano recato con sé qualcosa di molto simile ad una vera e propria « rivoluzione culturale », di segno opposto, ovviamente, rispetto a quella di stampo maoista, osannata nel decennio precedente e successivamente denunciata come un mito pericoloso, un nodo di illusioni, fomentando le quali si rischiava di provocare sconvolgimenti caotici destinati a trovare il proprio esito in un ordine chiuso di tipo totalitario. Nel declino di tale mito molti ravvisano l'originarsi di un moto reattivo che avrebbe dato luogo ad un « rovesciamento », accompagnato da un salutare disincanto in grado di sfatare una volta per tutte credenze infondate che si sarebbero alimentate addirittura per secoli, sviluppandosi su se stessè, dando vita ad un vero e proprio incantesimo dal quale appena ora, finalmente, ci si starebbe liberando. Si sarebbe prodotto così un brusco trapasso da un estremo all'altro. Dalla più ingenua coltivazione di miti salvifici si sarebbe passati, una volta superato lo stordimento seguito a una solenne sbronza, al più lucido dei disincanti, ad una sobrietà potenziata da uno spietato processo disillusionistico. Non si tratterebbe di un'oscillazione tra gli opposti perché il movimento dall'illusione al disincanto sarebbe senza ritorno, implicando il conseguimento di un'amara ma benefica saggezza le cui acquisizioni risulterebbero irreversibili. I mutamenti dell'ultimo decennio non interesserebbero solo l'ambito del costume, ma il modo stesso di pensare, la produzione delle idee e la capacità di queste di operare all'interno dei meccanismi socio-economici fondamentali.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.