Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To refine your search with the author’s first initial…

PEP-Web Tip of the Day

If you get a large number of results after searching for an article by a specific author, you can refine your search by adding the author’s first initial. For example, try writing “Freud, S.” in the Author box of the Search Tool.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1986). GLI INIZI DELLA PSICOTERAPIA INFANTILE IN ITALIA: DUE TESTIMONIANZE. Psicoter. Sci. Um., 20(3):314-319.

(1986). Psicoterapia e Scienze Umane, 20(3):314-319

GLI INIZI DELLA PSICOTERAPIA INFANTILE IN ITALIA: DUE TESTIMONIANZE

Interviewed by:
Adriana Grotta , Benedetto Bartoleschi e Marcella Balconi

Nel 1953, dopo l'interruzione della guerra, riprende la pubblicazione di Infanzia anormale, poi Neuropsichiatria infantile. Il sottotitolo precisa trattarsi di scritti di « psichiatria, psicologia, pedagogia, assistenza sociale »; non vengono menzionate psicoterapia e psicoanalisi e, in accordo con questa impostazione, per molti anni la stragrande maggioranza degli articoli è di tipo psichiatrico, psicologico-descrittivo e psicometrico, statistico-clinico. Con qualche eccezione. Nel 1955 appare sulla rivista un articolo di Bartoleschi e Corti, dal titolo « Problemi di psicoanalisi infantile », in cui gli autori presentano in sintesi ai lettori italiani le posizioni di Anna Freud e di Melanie Klein cercando una mediazione, anche alla luce del contributo di Lebovici e della scuola francese. Fissano inoltre dei criteri diagnostici che prevedono, oltre ad un'accurata anamnesi familiare e sociale, anche un esame della capacità di stabilire relazioni oggettuali e dell'entità dei conflitti. Lo stesso Bartoleschi, questa volta insieme a Muratori, fa il punto della situazione della pratica clinica, qualche anno più tardi, nel 1959. L'articolo si intitola « I trattamenti psicoterapeutici attuati in un Cmpp »; vi vengono indicati i diversi tipi di intervento, la psicoanalisi e gli altri tipi di psicoterapia analitica o semplicemente di sostegno, a seconda della patologia.

Se di psicoanalisi vera e propria si parla nei due articoli citati, tuttavia, già nel primo numero troviamo un'anticipazione dei nuovi apporti della psicologia dinamica in un articolo di Marcella Balconi, dal titolo I bambini difficili. La sua importanza sta nell'accento posto sull'ambiente, come potenziale fattore patogeno, e sul significato dei sintomi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.