Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: Downloads should look similar to the originals…

PEP-Web Tip of the Day

Downloadable content in PDF and ePUB was designed to be read in a similar format to the original articles.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Morgenthaler, F. (1987). UN SOGNO COME MEZZO DI PROVA. Psicoter. Sci. Um., 21(2):3-24.

(1987). Psicoterapia e Scienze Umane, 21(2):3-24

UN SOGNO COME MEZZO DI PROVA

Fritz Morgenthaler

Quando Sigmund Freud scoprì, a cavallo tra i due secoli, l'interpretazione dei sogni, se ne servì per confermare la propria concezione dell'inconscio in primo luogo, della rimozione e dei moti pulsionali provenienti dall'Es. Il sogno nella sua formazione, struttura e interpretabilità, divenne un mezzo di prova dell'esattezza delle leggi psicoanalitiche fondamentali. Freud riconoscendo che dietro al contenuto onirico manifesto è sempre possibile rintracciare un contenuto latente, nascosto, non accessibile in un primo momento alla coscienza, dimostrò la sua tesi secondo la quale oltre al conscio esiste l'inconscio: una convinzione cui egli era giunto già quando si occupava di ipnosi e dello studio dell'isteria. Freud, poiché ogni sogno spinge verso un appagamento inconscio del desiderio, la qual cosa, nella maggior parte dei casi, viene raggiunta attraverso un appagamento di tipo allucinatorio, definisce il sogno come la «psicosi temporanea della persona sana» — e attribuisce ai moti pulsionali inconsci, che devono necessariamente essere soddisfatti, la funzione di motori veri e propri nella formazione del sogno.

Quando, nell'estate del 1932, Freud scrisse a Vienna la «Revisione della teoria del sogno» come primo capitolo dell'«Introduzione alla psicoanalisi» (nuova serie di lezioni) la teoria dei sogni continuava ad essere per lui «la parte più caratteristica e peculiare della giovane scienza».

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.