Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find an Author in a Video…

PEP-Web Tip of the Day

To find an Author in a Video, go to the Search Section found on the top left side of the homepage. Then, select “All Video Streams” in the Source menu. Finally, write the name of the Author in the “Search for Words or Phrases in Context” area and click the Search button.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Battaggia, P.G. (1990). Gerald L. Klerman, Myrna M. Weissman, Bruce J. Rounsaville, Eve S. Chevron, Psicoterpia interpersonale della depressione. Presentazione di Giuseppe Berti Ceroni, trad. di Pina Galeazzi, Torino: Bollati Boringhieri, 1989 (ediz. orig. Interpersonal Psychotherapy of Depression. New York: Basic Books, 1984) pp. 239, Lit. 49.000.. Psicoter. Sci. Um., 24(1):134-136.

(1990). Psicoterapia e Scienze Umane, 24(1):134-136

Gerald L. Klerman, Myrna M. Weissman, Bruce J. Rounsaville, Eve S. Chevron, Psicoterpia interpersonale della depressione. Presentazione di Giuseppe Berti Ceroni, trad. di Pina Galeazzi, Torino: Bollati Boringhieri, 1989 (ediz. orig. Interpersonal Psychotherapy of Depression. New York: Basic Books, 1984) pp. 239, Lit. 49.000.

Review by:
Pier Giorgio Battaggia

Tre psichiatri e una psicologa statunitensi, fra i quali Klerman occupa la posizione di maggior rilievo, presentano con questo libro una proposta di psicoterapia della depressione che si richiama ai principi della psicoterapia interpersonale. È frutto di esperienze e ricerche condotte da lungo tempo e pur non presentandosi esplicitamente come un manuale, come è avvenuto invece per la psicoterapia supportivo-espressiva ad orientamento psicoanalitico messa a punto nell'ambito della Menninger Foundation e presentata da Luborsky (su cui comparirà una recensione nel prossimo numero della rivista), ne possiede tutte le caratteristiche. Può essere interessante osservare la contemporaneità della pubblicazione di questi due testi negli Stati Uniti (1984) e in Italia (1989). Il manuale a cura di Luborsky era noto ed utilizzato in ambito formativo dal 1976, pur restando inedito, e anche il progetto coordinato da Klerman è stato avviato da circa quindici anni.

L'introduzione e la prima parte del libro mettono a fuoco il problema della depressione dal punto di vista clinico, passando poi a definire le caratteristiche dell'approccio interpersonale nei confronti di altre forme di psicoterapia e ad illustrarne il contributo fornito alla comprensione della depressione. La seconda parte è dedicata alla conduzione della terapia interpersonale, che si propone come metodo di psicoterapia breve, contenuto nell'arco di sedici sedute a cadenza settimanale e quindi differenziandosi nettamente, nel campo delle impostazioni che si rifanno all'interpersonalismo, dalle proposte di psicoterapia a più lungo termine di Arieti e Bemporad. Con l'ausilio di descrizioni abbastanza particolareggiate di casi clinici e di sedute terapeutiche vengono poi affrontati gli aspetti tecnici del metodo psicoterapeutico. Ampio spazio viene dedicato alla diagnosi e alle strategie e tecniche di trattamento dei problemi interpersonali emergenti dal quadro depressivo, soffermandosi in particolar modo sul lutto, sui contrasti e transizioni di ruolo, sui deficit interpersonali. Sono poi trattati i problemi relativi alla conclusione del trattamento e tecniche specifiche quali l'analisi della comunicazione, la modificazione del comportamento, la chiarificazione, l'uso della relazione terapeutica, l'incoraggiamento ad esprimere gli affetti.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.