Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see the German word that Freud used to refer to a concept…

PEP-Web Tip of the Day

Want to know the exact German word that Freud used to refer to a psychoanalytic concept? Move your mouse over a paragraph while reading The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud and a window will emerge displaying the text in its original German version.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zorini, E.O. (1990). Giorgio Antonucci, Il pregiudizio psichiatrico, Prefazione di Thomas Szaz. Milano: Eleuthera, 1989, pp. 108, lit. 20.000.. Psicoter. Sci. Um., 24(3):133-135.

(1990). Psicoterapia e Scienze Umane, 24(3):133-135

Giorgio Antonucci, Il pregiudizio psichiatrico, Prefazione di Thomas Szaz. Milano: Eleuthera, 1989, pp. 108, lit. 20.000.

Review by:
Eugenia Omodei Zorini

Il titolo del libro ne è la tesi: la psichiatria è un pregiudizio. La tesi viene documentata con una serrata esposizione di dati, le esperienze che Antonucci ha raccolto nella propria trafila attraverso diverse istituzioni psichiatriche, da Cividale a Gorizia, Reggio Emilia, Imola. Le osservazioni e considerazioni personali sono inframmezzate da citazioni letterarie e di vita vissuta che permettono di intravvedere la profonda riflessione umana ed esistenziale che sottostà alla tesi del libro. Nel cap. 6 sono riportate alcune cartelle cliniche in stridente contrasto con l'opera di «liberazione» attuata successivamente. Seguono altre documentazioni tra cui l'uso della psichiatria nelle persecuzioni, non solo in Urss, ma nella nostra Italia odierna. La prefazione è di Thomas Szasz, il noto antipsichiatra americano, di cui sono pubblicati in Italia tre volumi (Saggiatore, 1966; Feltrinelli, 1981; 1982). Nell'appendice B compare una conversazione tra Szasz e Piero Colacicchi, artista fiorentino, sulle esperienze di Antonucci. L'introduzione è di Giuseppe Gozzini, a suo tempo noto in Italia, per aver preso posizioni di assoluta avanguardia in ambito cattolico, sull'obiezione di coscienza, e successivamente intellettuale costantemente impegnato prima nei Quaderni rossi e successivamente nei movimenti di sinistra. L'appendice A riporta ampi stralci dell'esperimento di Rosenham teso a sapere se i «normali» siano o meno identificabili come «sani di mente» (Cfr. Laura Forti, a cura di, L'altra pazzia, Feltrinelli, 1975).

Si tratta di un libretto scandaloso, difficile proprio per la radicalità della posizione che Antonucci sostiene, che non cede niente al fascino della grande massa di studi che da ogni dove si moltiplicano.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.