Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To refine your search with the author’s first initial…

PEP-Web Tip of the Day

If you get a large number of results after searching for an article by a specific author, you can refine your search by adding the author’s first initial. For example, try writing “Freud, S.” in the Author box of the Search Tool.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1990). Schede: Klaus Horn, Schriften zur kritischen Theorie des Subjektes, a cura di H.J. Busch, volume I: Politische Psychologie. Frankfurt am Main: Nexus Verlag, 1989, pp. 236, D.M. 22.. Psicoter. Sci. Um., 24(3):137.

(1990). Psicoterapia e Scienze Umane, 24(3):137

SCHEDE

Schede: Klaus Horn, Schriften zur kritischen Theorie des Subjektes, a cura di H.J. Busch, volume I: Politische Psychologie. Frankfurt am Main: Nexus Verlag, 1989, pp. 236, D.M. 22.

Psicologia politica è il primo dei cinque volumi in cui Busch ha raccolto gli scritti di K. Horn, prematuramente scomparso nel 1985 all'età di cinquantuno anni, e che i lettori di questa rivista conoscono per l'articolo Psicoanalisi e contraddizioni sociali pubblicato sul n. 3/1978. Il suo nome è in Germania associato a quello di A. Mitscherlich (1908-1982), che nel 1964 lo accolse come assistente presso il S. Freud-Institut di Francoforte, nel cui ambito, nel 1974, Horn divenne direttore del dipartimento di psicologia sociale, e quindi a quelli di A. Lorenzer (1922-1990) e di H. Dahmer, anch'egli sociologo, e da anni caporedattore della rivista Psyche. Come è noto, in questione è una teoria critica del soggetto psicoanaliticamente fondata, e quindi il ricorso e la valorizzazione della psicoanalisi al di là della clinica. I cinque saggi contenuti in questo primo volume testimoniano della ricchezza e della profondità dell'impegno di Horn in questa direzione. Di notevole interesse è non solo Dalla psicologia sociale alla psicologia politica, in cui Horn mette in primo piano il concetto psicoanalitico di conflitto, ma anche La rilevanza politica della tecnica psicoanalitica: in questione è qui il contributo che la psicoanalisi può dare alla ricerca sociale qualitativa, laddove Horn propone il gruppo Balint come strumento tramite il quale promuovere questo indirizzo di lavoro.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.