Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To contact support with questions…

PEP-Web Tip of the Day

You can always contact us directly by sending an email to support@p-e-p.org.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Bassi, F. (1994). Otto F. Kernberg, Michael A. Selzer, Harold W. Koenigsberg, Arthur C. Carr, Ann H. Appelbaum, Psychodynamic Psychotherapy of Borderline Patients. New York: Basic Books, 1989, pp. 210, $ 22.95.Vamik D. Volkan, Six Steps in the Treatment of Borderline Personality Organization. Northvale: Jason Aronson, 1987, pp. 232, $ 25.William W. Meissner, Treatment of Patients in the Borderline Spectrum. Northvale: Jason Aronson, 1988, pp. 625, $ 55. (Traduzione italiana in corso di pubblicazione presso Bollati Boringhieri).. Psicoter. Sci. Um., 28(1):125-130.

(1994). Psicoterapia e Scienze Umane, 28(1):125-130

RECENSIONI

Otto F. Kernberg, Michael A. Selzer, Harold W. Koenigsberg, Arthur C. Carr, Ann H. Appelbaum, Psychodynamic Psychotherapy of Borderline Patients. New York: Basic Books, 1989, pp. 210, $ 22.95.Vamik D. Volkan, Six Steps in the Treatment of Borderline Personality Organization. Northvale: Jason Aronson, 1987, pp. 232, $ 25.William W. Meissner, Treatment of Patients in the Borderline Spectrum. Northvale: Jason Aronson, 1988, pp. 625, $ 55. (Traduzione italiana in corso di pubblicazione presso Bollati Boringhieri).

Review by:
Fabiano Bassi

Per qualsiasi operatore del campo della salute mentale, la patologia borderline costituisce un amaro ingrediente, talvolta indigesto, della dieta lavorativa quotidiana. Da quando questa diagnosi spesso ipercomprensiva ha preso piede, prima negli Stati Uniti quindi anche da noi, essa è diventata una sorta di concetto passe-partout, buono per tutte le stagioni, il cui uso permette al diagnosta di essere sicuro di non sbagliare più di tanto. Attorno alla patologia borderline, che sembra essere rimasta una delle poche aree all'interno delle quali psichiatria e psicoanalisi riescono ancora a dialogare, è fiorita nel corso del tempo una vastissima letteratura che se da un lato rischia di disorientare il lettore a causa della molteplicità di prospettive dalle quali ci si può porre per considerare il campo, dall'altro è spesso in grado di fornire allo studioso alcuni utili appigli a cui attaccarsi per evitare di essere troppo sballottato dal «difficile» paziente borderline. In queste pagine desidero dunque presentare al lettore alcuni recenti contributi della letteratura nordamericana su questo argomento.

Dire «borderline» significa dire Kernberg. Otto F. Kernberg, infatti, è l'autore che ha fatto della patologia borderline il centro del suo interesse di studio. I suoi contributi sull'argomento sono così numerosi e così noti (si veda, ad es.,

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.