Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see statistics of the Most Popular Journal Articles on PEP-Web…

PEP-Web Tip of the Day

Statistics of the Most Popular Journal Articles on PEP-Web can be reviewed at any time. Just click the “See full statistics” link located at the end of the Most Popular Journal Articles list in the PEP Section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Conci, M. (1994). Jay R. Greenberg, Oedipus and Beyond. A Clinical Theory. Cambridge, MA: Harvard University Press, 1991, pp. XV + 274, $ 29.95.. Psicoter. Sci. Um., 28(1):130-133.

(1994). Psicoterapia e Scienze Umane, 28(1):130-133

Jay R. Greenberg, Oedipus and Beyond. A Clinical Theory. Cambridge, MA: Harvard University Press, 1991, pp. XV + 274, $ 29.95.

Review by:
Marco Conci

Con questo splendido libro Jay Greenberg (del W.A. White Institute di New York) non solo ci presenta un ulteriore saggio della sua competenza nel campo della psicoanalisi comparata, così brillantemente aperto insieme a Stephen Mitchell con Le relazioni oggettuali nella teoria psicoanalitica, ma finalmente ci offre anche - così come nel 1988 aveva fatto Mitchell con Gli orientamenti relazionali in psicoanalisi. Per un modello integrato - il suo manifesto teorico-clinico. Ponendo al centro della sua riflessione il paradosso legato al carattere sociale della situazione psicoanalitica e alla natura profondamente individuale dell'esperienza del singolo paziente, l'autore nella prefazione non solo afferma di poter in tal modo illuminare adeguatezza e limiti dei vari modelli psicoanalitici, ma anche di voler recuperare il modo impareggiabile con cui l'ottica di Freud cattura la seconda delle due dimensioni. Da qui - come il titolo del libro suggerisce - la necessità non solo di recuperare i concetti di attività personale (agency), fantasia e conflitto intrinseci al complesso di Edipo (concetto di cui Mitchell, al contrario, si libera), ma anche di andare al di là (beyond), sul piano motivazionale, del ruolo esclusivo che Freud assegna a libido ed aggressività, come l'autore chiarisce nell'introduzione. In altre parole, se da una parte Greenberg ritiene impossibile una teoria psicoanalitica della personalità privata di qualsiasi concetto di pulsione, dall'altra, a coronamento di un sofisticato e complesso cammino teorico, propone una sua teoria pulsionale, alternativa a quella di Freud.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.