Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To quickly go to the Table of Volumes from any article…

PEP-Web Tip of the Day

To quickly go to the Table of Volumes from any article, click on the banner for the journal at the top of the article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1994). Vittorio Lingiardi, Fabio Madeddu, I meccanismi di difesa. Teorìa clinica e ricerca empirica. Milano: Raffaello Cortina, 1994, pp. 224, lit. 36.000.. Psicoter. Sci. Um., 28(3):154.

(1994). Psicoterapia e Scienze Umane, 28(3):154

Vittorio Lingiardi, Fabio Madeddu, I meccanismi di difesa. Teorìa clinica e ricerca empirica. Milano: Raffaello Cortina, 1994, pp. 224, lit. 36.000.

Vittorio Lingiardi e Fabio Madeddu propongono in questo libro una rivisitazione della evoluzione concettuale dei meccanismi di difesa, affrontandone gli snodi cruciali secondo una suddivisione che passa in rassegna «teoria», «ricerca empirica» e «clinica». La prima parte del volume si confronta soprattutto con i temi legati alla gerarchizzazione delle difese e al complesso rapporto con lo sviluppo, ponendo particolare attenzione soprattutto ai modelli teorici storici, richiamando via via i principali autori e i loro contributi, da Gedo a Vaillant, da Schafer a Spitz, e sconfinando anche nel confronto con le concettualizzazioni maggiormente legate al coping o a correlati psicobiologici. La seconda parte si sofferma in modo specifico sulla letteratura empirica che ha trovato nelle difese un concetto affrontabile con gli strumenti della validazione e della reliability. Negli ultimi anni sono nati infatti tentativi sempre più sofisticati di trovare definizioni comuni, suddivisioni in cluster, parallelismi con assetti diagnostici. Le esperienze degli anni '60 di Norma Haan e poi di ricercatori più moderni come il già citato George Vaillant e Christopher Perry vengono esaurientemente passate in rassegna. Di Perry, ricercatore di punta dell'ultima generazione statunitense, viene anche presentato l'ultimo strumento, la Defense Mechanism Rating Scale (Dmrs), creata per valutare la prevalenza di un assetto difensivo nella poliedricità dell'impiego di diversi livelli contemporaneamente.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.