Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: Downloads should look similar to the originals…

PEP-Web Tip of the Day

Downloadable content in PDF and ePUB was designed to be read in a similar format to the original articles.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1995). Schede: Frank E. Yeomans, Michael A. Seltzer, John F. Clarkin, Treating the Borderline Patient. New York: Basic Books, 1992, pp. 210, $ 27.. Psicoter. Sci. Um., 29(1):148.

(1995). Psicoterapia e Scienze Umane, 29(1):148

SCHEDE

Schede: Frank E. Yeomans, Michael A. Seltzer, John F. Clarkin, Treating the Borderline Patient. New York: Basic Books, 1992, pp. 210, $ 27.

Il libro nasce dal riconoscimento dell'importanza cruciale che ha il contratto terapeutico nel trattamento dei pazienti borderline. Gli autori, nello sviluppare l'approccio a questi pazienti elaborato e descritto in Psychodinamic Psychotherapy of Borderline Patients da Kernberg, con cui collaborano, sottolineano le implicazioni pratiche del contratto, illustrando come esso fornisca un microcosmo strutturante il mondo interno del paziente. Nel capitolo introduttivo gli autori, dopo aver affermato essere questo il primo libro del tutto dedicato al problema del contratto terapeutico con il paziente borderline, passano ad una rassegna della patologia relativa al problema. Nei capitoli successivi discutono il concetto di contratto terapeutico nella psicoterapia in generale, per poi analizzarne la più specifica natura e le sue funzioni nella psicoterapia psicodinamica dei borderline. Nel quarto capitolo vengono ripresi i principi e le tecniche che definiscono il setting nei quali le dinamiche dell'interazione con il paziente tendono ad interferire con gli sforzi del terapeuta di raggiungere una soddisfacente comprensione, assieme al paziente, delle condizioni del trattamento. Passano poi nel quinto capitolo ad esaminare le specifiche domande che gli studenti e i colleghi in supervisione pongono più frequentemente. In seguito vengono presentate due sedute in cui si stabilisce e definisce il contratto, quali esempi di modi molto diversi, ma tipici, di come i terapeuti a volte perdano il contatto con le basi concettuali del contratto. Segue l'illustrazione di un caso trattato per due anni, prendendo a campione quelle sedute nelle quali è possibile osservare come si sviluppa il ruolo del contratto durante la terapia. Nel capitolo finale viene presentata una ricerca sui fattori correlati all'alta incidenza di terapie con borderline che finiscono con l'abbandono della stessa. I risultati mettono in luce che un ben definito contratto terapeutico è associato con una più bassa probabilità di abbandono del trattamento. In appendice troviamo la contract rating scale utilizzata nel più ampio progetto di ricerca sulla psicoterapia in cui è attualmente impegnato il gruppo di Kernberg. Al di là dell'argomento, forse un po' troppo specifico e settoriale, il libro risulta di utile e interessante lettura, soprattutto nella presentazione e nell'analisi dei casi clinici riportati. (M.L.M.)

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.