Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To receive notifications about new content…

PEP-Web Tip of the Day

Want to receive notifications about new content in PEP Web? For more information about this feature, click here

To sign up to PEP Web Alert for weekly emails with new content updates click click here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Pascarelli, P. (1995). C. Hume, I. Pullen, La riabilitazione dei pazienti psichiatrici. (Ed. orig., Rehabilitation for Mental Health Problems. Longman Group Limited, 1986; Longman Group UK Limited, 1994). Ed. it. a cura di Susanna Brambilla. Trad. it. di Francesco Galletti. Milano: Cortina, 1994, pp. XXII + 168, Lit. 25.000.. Psicoter. Sci. Um., 29(2):131-132.

(1995). Psicoterapia e Scienze Umane, 29(2):131-132

C. Hume, I. Pullen, La riabilitazione dei pazienti psichiatrici. (Ed. orig., Rehabilitation for Mental Health Problems. Longman Group Limited, 1986; Longman Group UK Limited, 1994). Ed. it. a cura di Susanna Brambilla. Trad. it. di Francesco Galletti. Milano: Cortina, 1994, pp. XXII + 168, Lit. 25.000.

Review by:
Pietro Pascarelli

Non si tratta solo di una traduzione. Viene proposta un'opera, per quanto breve, composita, che affianca, ma come vedremo non integra, ai capitoli originari del libro interventi mirati della curatrice dell'edizione italiana, Susanna Brambilla. Il testo degli autori inglesi, asciutto e tecnico, talvolta semplicistico ma tendenzialmente avveduto, ha il merito di affrontare temi interconnessi che attraversano l'intero campo dell'azione psichiatrica: il lavoro d'équipe, l'importanza di una metodologia orientata a scopi e verificabile; la necessità di contestualizzare rispetto a variabili «locali» e soggettive i fattori e valori in gioco nel processo terapeutico; la relativizzazione e continua revisione dei protocolli di analisi del caso e di valutazione dell'intervento; l'attenzione ai dettagli e alla personalizzazione dei progetti. Direi che tutti questi temi, e più di altri quelli, spesso emergenti, inerenti la deistituzionalizzazione nel senso più lato, e quindi il decentramento dell'intervento, costituito a partire dalla situazione di vita della persona, e dalla sua rete sociale, di significati e di affetti, sono ormai non solo noti, ma cari anche come memoria di riferimento alla psichiatria italiana, protagonista di una pratica che, almeno là dove la non più recente riforma psichiatrica del 1978 è stata applicata, si è spinta su fronti ben più avanzati di realizzazione e spesso anche di concettualizzazione.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.