Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: You can access over 100 digitized books…

PEP-Web Tip of the Day

Did you know that currently we have more than 100 digitized books available for you to read? You can find them in the Books Section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Grotta, A. (1995). Fred Pine, Teoria evolutiva e processo clinico. (Ed. orig., Developmental Theory and Clinica! Process. New Haven-London: Yale University Press, 1985). Trad. di Stefano Galli. Torino: Bollati Boringhieri, 1995, pp. 330, Lit. 60.000.. Psicoter. Sci. Um., 29(4):158-161.

(1995). Psicoterapia e Scienze Umane, 29(4):158-161

Fred Pine, Teoria evolutiva e processo clinico. (Ed. orig., Developmental Theory and Clinica! Process. New Haven-London: Yale University Press, 1985). Trad. di Stefano Galli. Torino: Bollati Boringhieri, 1995, pp. 330, Lit. 60.000.

Review by:
Adriana Grotta

Lessi per la prima volta questo libro quasi dieci anni fa, quando uscì in inglese, lo trovai molto interessante e sperai che venisse tradotto e pubblicato presto, visto che lo citavo spesso nei seminari di formazione che tenevo in quegli anni. Fred Pine, conosciuto da noi soprattutto come autore, insieme a Mahler e Bergman, de La nascita psicologica del bambino, è psichiatra e psicoanalista. Clinico sensibile, con una vasta esperienza di trattamenti di pazienti deprivati e gravemente disturbati, adulti e bambini, egli ha come riferimento fondamentale la teoria strutturale-psicologia dell'Io. Come i migliori pensatori di quest'area, egli ritiene un dato ineliminabile la tensione dialettica, che definisce «creativa», tra il punto di vista clinico e quello evolutivo. Da un lato si confronta con le sfide che derivano dall'ampliamento della tipologia dei pazienti analizzabili, considerato possibile da quando Stone (1954) definì come «raggio d'azione crescente» della psicoanalisi la possibilità di utilizzare la cura psicoanalitica per i disturbi più gravi. Deciso a salvaguardare la specifica natura del metodo di indagine della psicoanalisi, egli apporta, come altri psicoanalisti degli ultimi decenni (Kernberg, 1968, 1976; Blanck e Blanck, 1974; Gedo, 1979), diverse modifiche tecniche sulla base del nuovo materiale clinico disponibile.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.