Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Benvenuto, S. (1997). Elisabeth Roudinesco, Michel Pion, Dictionnaire de la psychanalyse. Paris: Fayard, 1997, pp. 1191, FF 295.. Psicoter. Sci. Um., 31(3):155-157.

(1997). Psicoterapia e Scienze Umane, 31(3):155-157

RECENSIONI

Elisabeth Roudinesco, Michel Pion, Dictionnaire de la psychanalyse. Paris: Fayard, 1997, pp. 1191, FF 295.

Review by:
Sergio Benvenuto

Un'impresa davvero impressionante questo Dictionnaire di Roudinesco e Plön. Innanzitutto per la sua mole: 600 voci distribuite in circa 1200 pagine. La Roudinesco, massima storica francese della psicoanalisi, ci ha del resto abituati a queste misure: 1500 pagine della sua Histoire de la psychanalyse en France (Fayard), 730 pagine del suo Jacques Lacan (tradotto da Raffaello Cortina). Ma la Roudinesco è a suo agio nella dialettica hegeliana che trasforma la quantità in qualità. Stupisce anzi che due sole persone siano state in grado di compilare questa massa di informazioni nel giro di pochissimi anni. È possibile così che questo Dizionario, già un grande successo in Francia, diventi uno di quei testi «obbligatori» negli scaffali di qualsiasi analista colto, come le Opere Complete di Freud, un'edizione dell'Expo Re di Sofocle, o il DSM. È impressionante la sua ambizione di cercare di far entrare tutto quel che riguarda la psicoanalisi: i suoi concetti fondamentali (come nel celeberrimo Vocabulaire di Laplanche e Pontalis) e i suoi protagonisti maggiori (solo i morti sono voci a sé stanti). Ma vi si trovano in ordine alfabetico anche le 23 opere principali di Freud (compresi gli Studi sull'isteria, scritti con Breuer), lo «stato dell'arte» nei 23 paesi del mondo in cui la psicoanalisi si è impiantata, le associazioni psicoanalitiche più importanti, le entità psicopatologiche che la psicoanalisi ha creato o trasformato, le discipline che essa ha investito ecc. Vi si trovano i casi principali su cui la psicoanalisi ha costruito il suo metodo clinico, anche se i «casi» sono elencati non sotto il nome con cui sono celebri, ma sotto il loro nome reale: ad esempio, si cercherà invano «uomo dei topi», lo si troverà invece sotto «Lanzer, Ernst (1878-1914)».

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.