Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see papers related to the one you are viewing…

PEP-Web Tip of the Day

When there are articles or videos related to the one you are viewing, you will see a related papers icon next to the title, like this: RelatedPapers32Final3For example:

2015-11-06_09h28_31

Click on it and you will see a bibliographic list of papers that are related (including the current one). Related papers may be papers which are commentaries, responses to commentaries, erratum, and videos discussing the paper. Since they are not part of the original source material, they are added by PEP editorial staff, and may not be marked as such in every possible case.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Bonomi, C. Rand, N. (1998). PSICOANALISI, LINGUAGGIO E DECOSTRUZIONE NELL'OPERA DI NICOLAS ABRAHAM E MARIA TOROK. Psicoter. Sci. Um., 32(4):89-99.

(1998). Psicoterapia e Scienze Umane, 32(4):89-99

PSICOANALISI, LINGUAGGIO E DECOSTRUZIONE NELL'OPERA DI NICOLAS ABRAHAM E MARIA TOROK

Carlo Bonomi e Nicholas Rand

Mentre sta scomparendo dai dipartimenti di psichiatria, la psicoanalisi sta diventando sempre più importante nei dipartimenti di letteratura. Gli autori discutono le ragioni di questo fenomeno ripercorrendo, in occasione della morte di Maria Torok, l'opera comune di Abraham e Torok, recentemente definita dalla Roudinesco come un'alternativa a Lacan. Di tale opera ne viene illustrata la matrice fenomenologica e la continuità con l'opera di Sándor Ferenczi, e ne viene evidenziata la differenza dallo stesso Lacan, dal mainstream psicoanalitico, e dalla filosofia decostruzionista di Jacques Derrida. In particolare, viene discussa la concezione catastrofica del “simbolo” elaborata da Nicolas Abraham, secondo cui ogni operazione simbolica nasce come tentativo di superamento di una minaccia di disintegrazione. Ogni simbolo è perciò un tentativo d'essere che porta in sé la traccia leggibile della minaccia del non essere, e questo accomuna prodotti simbolici tanto diversi come il sintomo nevrotico e la creazione letteraria ed artistica. Interpretare il simbolo è ricercare l'ostacolo originario di cui il simbolo si è costituito come traccia leggibile.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.