Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To bookmark an article…

PEP-Web Tip of the Day

Want to save an article in your browser’s Bookmarks for quick access? Press Ctrl + D and a dialogue box will open asking how you want to save it.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1999). Paul Roazen, Freud e i suoi seguaci (Ed. orig. Freud and Flis Followers, 1975). Trad, di Anna Maria Fenoglio, Roberto Speziale - Bagliacca, Anna Martini. Torino: Giulio Einaudi Editore, 1998, pp. XXXI, Lit. 54.000.. Psicoter. Sci. Um., 33(2):144-145.

(1999). Psicoterapia e Scienze Umane, 33(2):144-145

Paul Roazen, Freud e i suoi seguaci (Ed. orig. Freud and Flis Followers, 1975). Trad, di Anna Maria Fenoglio, Roberto Speziale - Bagliacca, Anna Martini. Torino: Giulio Einaudi Editore, 1998, pp. XXXI, Lit. 54.000.

L'opera di Roazen come storico della psicoanalisi è naturalmente nota da tempo in Italia, fin dalla pubblicazione di Fratello animale: la storia di Freud e Tausk (Rizzoli) e di Freud: società e politica (Boringhieri), ambedue apparsi nel 1973. Questo ampio studio storico, pubblicato nel 1975, dedicato a Freud e al gruppo di allievi e seguaci che si formò intorno a lui, è l'opera principale e più ampiamente nota e discussa di questo autore. Il libro inizia con una esposizione del metodo usato che si basa, oltre che sull'esame di documenti, fra i quali le carte di Jones, anche su interviste ad allievi, pazienti e persone a vario titolo interessate alla psicoanalisi e a conoscenza di aspetti della vita di Freud. Prosegue poi con lo studio del primo periodo della vita di Freud, della sua personalità e carattere e con la ricostruzione degli inizi della sua carriera scientifica e dello sviluppo del pensiero psicoanalitico. Il percorso di Freud si intreccia a questo punto con le vicissitudini del movimento psicoanalitico e delle figure che lo compongono, fra consensi e contrasti, fedeltà, definizioni e scismi. Oltre naturalmente a tutti i personaggi più importanti per la storia del movimento psicoanalitico Roazen dedica attenzione anche a molte figure apparentemente secondarie, ma in grado di mettere in luce aspetti significativi della complessa rete di relazioni intercorse fra loro e con Freud. Un capitolo a parte è riservato alle donne: Anna Freud, Helene Deutsch, Melanie Klein, Ruth Mack Brunswick.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.