Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see the German word that Freud used to refer to a concept…

PEP-Web Tip of the Day

Want to know the exact German word that Freud used to refer to a psychoanalytic concept? Move your mouse over a paragraph while reading The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud and a window will emerge displaying the text in its original German version.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(1999). Danilo di Diodoro, Miliardi, che passione! Psicologia di chi è ricco o vorrebbe diventarlo. Milano: FrancoAngeli, pp. 156, 1999, Lit. 24.000 (Euro 12,39).. Psicoter. Sci. Um., 33(3):124.

(1999). Psicoterapia e Scienze Umane, 33(3):124

Danilo di Diodoro, Miliardi, che passione! Psicologia di chi è ricco o vorrebbe diventarlo. Milano: FrancoAngeli, pp. 156, 1999, Lit. 24.000 (Euro 12,39).

Destinato al grande pubblico, accattivante per il contenuto nonché per il modo di affrontarlo, questo libro merita di essere segnalato anche al pubblico più sofisticato degli addetti ai lavori. Dagli esordi delle discipline della mente illustri autori si sono cimentati in operazioni vicine a quella di di Diodoro, con intenti non solo commerciali (valga per tutti il lavoro di Bergler sulla psicologia del giocatore d'azzardo). In bilico tra lo studio psicologico e l'inchiesta giornalistica, il libro è infatti finalizzato a gettare luce sugli aspetti interiori di quell'esperienza rara che è la ricchezza. Noto ai lettori di Psicoterapia e Scienze Umane per le inchieste sulla storia della psichiatria e per le riflessioni su psicoanalisi e divulgazione, Danilo di Diodoro è anche giornalista medico-scientifico (collabora, tra l'altro, con L'Espresso e Il Corriere della sera). Forte di queste esperienze, di Diodoro ha inseguito i «ricchi» nei loro piccoli paradisi privati o insinuandosi nelle loro attività lavorative, per cercare di farli parlare su cosa significhi essere nato con tanto denaro, o essere stati capaci di farlo. Si dipana cost una filza di nodi psicologici, che vanno dal rapporto tra soldi e felicità a quello tra soldi e immunità psicologica nei confronti delle avversità esistenziali, fino a esplorare il ruolo svolto da componenti come la fortuna, l'intuito e l'intelligenza nella via verso la ricchezza. Spesso distaccato e a volte apertamente ironico, il libro prende le distanze dai tanti manuali, soprattutto americani, di ricette per arricchire e invita esplicitamente a diffidarne, dal momento che il percorso interiore verso la ricchezza è accidentato, irregolare, imprevedibile e spesso irriproducibile, così che ciascuno, se proprio lo vuole, dovrà sforzarsi di trovare una propria strada. Nonostante la sua formazione analitica, l'autore si mostra scettico verso le posizioni assunte dalla psicoanalisi riguardo al denaro e alla psicologia della ricchezza, additandole come improbabili e fuorvianti. Il linguaggio del libro è decisamente scorrevole, come si conviene a quello di una collana — Comete -destinata al grande pubblico [A.M.].

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.