Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To zoom in or out on PEP-Web…

PEP-Web Tip of the Day

Are you having difficulty reading an article due its font size? In order to make the content on PEP-Web larger (zoom in), press Ctrl (on Windows) or ⌘Command (on the Mac) and the plus sign (+). Press Ctrl (on Windows) or ⌘Command (on the Mac) and the minus sign (-) to make the content smaller (zoom out). To go back to 100% size (normal size), press Ctrl (⌘Command on the Mac) + 0 (the number 0).

Another way on Windows: Hold the Ctrl key and scroll the mouse wheel up or down to zoom in and out (respectively) of the webpage. Laptop users may use two fingers and separate them or bring them together while pressing the mouse track pad.

Safari users: You can also improve the readability of you browser when using Safari, with the Reader Mode: Go to PEP-Web. Right-click the URL box and select Settings for This Website, or go to Safari > Settings for This Website. A large pop-up will appear underneath the URL box. Look for the header that reads, “When visiting this website.” If you want Reader mode to always work on this site, check the box for “Use Reader when available.”

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Busch, F. (2000). IL CAVALIERE IN DIFFICOLTÀ: NUOVI SVILUPPI NELLA TEORIA E NELLA TECNICA CLINICA. Psicoter. Sci. Um., 34(2):5-24.

(2000). Psicoterapia e Scienze Umane, 34(2):5-24

IL CAVALIERE IN DIFFICOLTÀ: NUOVI SVILUPPI NELLA TEORIA E NELLA TECNICA CLINICA

Fred Busch

L'autore nota come non si sia mai arrivati ad articolare in modo completo una tecnica psicoanalitica utilizzabile, basata sui princìpi della psicologia dell'Io. Tutti coloro che, in passato, si sono posti come difensori del modello strutturale, non hanno mai sottolineato a sufficienza il ruolo dell'Io nel processo interpretativo. Di fatto, nel nostro lavoro stiamo ancora facendo ampio ricorso al modello topografico freudiano, ormai del tutto screditato dal punto di vista clinico, e alla sua prima teoria dell'angoscia. Secondo l'esperienza clinica dell'autore, sarebbe necessario riportare in vita il concetto freudiano di Io e reintegrarlo in una tecnica clinica impiegabile, basata appunto sulla difficoltà dell'Io nel suo rapporto con Es, Super-io e realtà esterna. Si tratta di un passaggio di importanza fondamentale per permettere ai pazienti di arrivare a conoscere veramente la loro stessa mente, il che costituisce il sine qua non del trattamento psicoanalitico. Alcuni esempi clinici chiariscono le posizioni tecniche suggerite dall'autore.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.