Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To bookmark an article…

PEP-Web Tip of the Day

Want to save an article in your browser’s Bookmarks for quick access? Press Ctrl + D and a dialogue box will open asking how you want to save it.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fornaro, M. Giacobbi, S. (2001). APORIE NELLA STORIA DELLA PSICOANALISI. Psicoter. Sci. Um., 35(1):73-104.

(2001). Psicoterapia e Scienze Umane, 35(1):73-104

APORIE NELLA STORIA DELLA PSICOANALISI

Mauro Fornaro e Secondo Giacobbi

Gli Autori propongono di ripensare la storia della psicoanalisi, seguendo gli sviluppi di una serie di aporie. Si tratta di coppie di concetti in opposizione che, in quanto derivano da taluni nodi problematici irrisolti, sono apparsi ricorrentemente nell'arco storico di questa disciplina, sostanziando dibattiti e lacerazioni in seno alla comunità psicoanalitica. Gli Autori offrono un abbozzo di realizzazione del programma proposto, passando per momenti cruciali di vari orientamenti psicoanalitici, all'insegna delle coppie: trauma reale/trauma immaginario; interno/esterno; pulsione/oggetto; divisione/coesione; primato dell'Io/primato dell'Es; edipico/preedipico; costruzione/ricostruzione; clinica monopersonale/clinica bipersonale; neutralità/empatia. Ne risulta un'immagine inedita della psicoanalisi: rinunciando alla pretesa di erigere questa disciplina in edificio monoliticamente coerente, queste aporie, tanto inevitabili quanto feconde, attestano un modo di procedere che, già in Freud, appare in definitiva dialettico, fatto cioè di oscillazioni concettuali, che inseguono e sviluppano ora una soluzione, ora l'opposta.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.