Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by Rankā€¦

PEP-Web Tip of the Day

You can specify Rank as the sort order when searching (it’s the default) which will put the articles which best matched your search on the top, and the complete results in descending relevance to your search. This feature is useful for finding the most important articles on a specific topic.

You can also change the sort order of results by selecting rank at the top of the search results pane after you perform a search. Note that rank order after a search only ranks up to 1000 maximum results that were returned; specifying rank in the search dialog ranks all possibilities before choosing the final 1000 (or less) to return.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Swales, P.J. (2002). FREUD, LA MORTE E I PIACERI SESSUALI. SUI MECCANISMI PSICHICI DEL DR. SIGM. FREUD (I PARTE). Psicoter. Sci. Um., 36(1):99-125.
   

(2002). Psicoterapia e Scienze Umane, 36(1):99-125

FREUD, LA MORTE E I PIACERI SESSUALI. SUI MECCANISMI PSICHICI DEL DR. SIGM. FREUD (I PARTE)

Peter J. Swales

Molte cose andrebbero cambiate. (…) Sopra ogni altra cosa è pero necessario far posto, nell'opinione pubblica, alla libera discussione sui problemi della vita sessuale; se ne deve poter parlare senza essere dichiarati mestatori o persone che speculano su istinti deteriori. E tutto ciò costituisce un lavoro sufficiente per tutto il secolo venturo, durante il quale la società dovrà imparare a tollerare le esigenze della nostra sessualità! (Freud, Sessualità nell'etiologia delle nevrosi, 1898a, p. 411)

In pubblico, Sigmund Freud si definiva come una persona dotata di «uno stato di perfetta sanità psichica» (Freud, 1898b, p. 427); in privato, tuttavia, era pronto ad ammettere di avere sempre considerato il proprio carattere come appartenente al tipo «ossessivo» (Freud, 1974, p. 82). E non c'è dubbio che noi posteri siamo stati molto arricchiti dal fatto che, in più di un'occasione (Freud, 1901, pp. 266-7; 1974, pp. 219-20) e in modo non ambiguo, il fondatore della psicoanalisi non si sia trattenuto dal dare dimostrazioni evidenti, nella sua corrispondenza privata, della sua propensione al delirio cognitivo, al pensiero ossessivo e all'interpretazione paranoide della realtà, elementi che hanno così squisitamente caratterizzato il suo lavoro nel suo insieme (v. Swales, 1982c, pp. 315-6), e dal fatto che egli ci abbia offerto una sorta di illuminazione psicologica.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.