Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see who cited a particular article…

PEP-Web Tip of the Day

To see what papers cited a particular article, click on “[Who Cited This?] which can be found at the end of every article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2002). Nancy McWilliams, Il caso clinico. Dal colloquio alla diagnosi (Ed. orig.: Psychoanalytic Case Formulation. Copyright © N. McWilliams, by arrangement with the Guilford Press Inc. and Mark Peterson, 1999). Trad. di Francesco Gazzillo. Milano: Raffaello Cortina, 2002, pp. 269, € 24,30.. Psicoter. Sci. Um., 36(4):118-120.

(2002). Psicoterapia e Scienze Umane, 36(4):118-120

Nancy McWilliams, Il caso clinico. Dal colloquio alla diagnosi (Ed. orig.: Psychoanalytic Case Formulation. Copyright © N. McWilliams, by arrangement with the Guilford Press Inc. and Mark Peterson, 1999). Trad. di Francesco Gazzillo. Milano: Raffaello Cortina, 2002, pp. 269, € 24,30.

Review by:
Andrea Castiello d'Antonio

Il volume inizia con una riflessione sul significato della «formulazione dinamica» di un caso clinico e sugli aspetti interpretativi, sintetici, inferenziali ed artistici che sono mobilizzati nella definizione di una diagnosi psicologica di genere psicoanalitico (si ricorderà il volume della stessa McWilliams, La diagnosi psicoanalitica, del 1994, presentito in italiano da Astrolabio). A tale iniziale riflessione si accompagnano – nel corso di tutto il testo – una serie di acute osservazioni critiche sull'uso dei criteri ateoretici proposti nei DSM e sull'applicazione del punto di vista comportamentistico all'assessment ed alla terapia, supportato da ciò che è definito un clima cinico – incoraggiato dalle leggi di mercato – che vede nel sistema sanitario statunitense un'azienda e considera le prestazioni fornite come qualcosa da sottomettere alle verifiche oggettive d'efficacia (argomento sul quale le compagnie di assicurazione sono ovviamente attentissime), nell'ambito dei cosiddetti trattamenti empiricamente validati. La dimensione della soggettività del consultante e la relazione con il consultato divengono immediatamente i due termini di riferimento di base intorno ai quali ruotano le considerazioni tecniche espresse nel testo, in ciò che è definito l'arte della clinica (unita ad un atteggiamento compassionevole e caritatevole del terapeuta, precisazione sulla quale non tutti saranno completamente in accordo). La capacità del terapeuta di comprendere l'altro è vista come preminente rispetto alle conoscenze teoriche e tecniche possedute.

Il

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.