Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see who cited a particular article…

PEP-Web Tip of the Day

To see what papers cited a particular article, click on “[Who Cited This?] which can be found at the end of every article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fissi, S. (2003). Daniel J. Siegel, La mente relazionale – Neurobiologia dell'esperienza interpersonale. (Ed. orig. The Developing Mind. New York: Guilford Press Inc. and Mark Peterson, 1999). Trad. it. di Luisa Madeddu. Milano: Raffaello Cortina, 2001, pp. 362, € 32,54.. Psicoter. Sci. Um., 37(1):137-139.

(2003). Psicoterapia e Scienze Umane, 37(1):137-139

Daniel J. Siegel, La mente relazionale – Neurobiologia dell'esperienza interpersonale. (Ed. orig. The Developing Mind. New York: Guilford Press Inc. and Mark Peterson, 1999). Trad. it. di Luisa Madeddu. Milano: Raffaello Cortina, 2001, pp. 362, € 32,54.

Review by:
Stefano Fissi

Il rapporto tra mente e corpo, e il conseguente conflitto tra natura e cultura, tra genoma e relazione, sembra essere arrivato a nuovi punti di approfondimento e di definizione con i recenti avanzamenti delle neuroscienze, dell'infant research, delle scienze cognitive. Ben vengano perciò quei testi che si ripropongono una messa a punto dello stato dell'arte, e una sintesi interdisciplinare, oggi più che mai imprescindibile. Uno di questi consapevoli sforzi concettuali è il lavoro di Siegel, con la bellezza di oltre 600 riferimenti bibliografici; ma soprattutto con la continua tensione del rapporto tra lo psichico e il somatico, in cui al dato psicologico viene fatto corrispondere lo studio delle funzioni cerebrali e la brain imaging e, dall'altra parte, la neurofisiologia viene continuamente messa a confronto con il rapporto psicologico. La tesi centrale del libro è dunque che «la mente emerge dalle attività del cervello, le cui strutture e funzioni sono direttamente influenzate dalle esperienze interpersonali»; essa nasce dall'incontro tra patrimonio genetico-temperamentale individuale e risposta dell'ambiente nei termini della relazione d'accudimento, con le implicazioni date dal fatto che il cervello umano è alla nascita immaturo e per svilupparsi completamente ha bisogno dell'ingranamento e dell'interconnessione con la mente del fornitore di cure, che è in grado di promuovere lo sviluppo di un'altra mente grazie alla sensibilità e alla responsività ottimale.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.