Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by Rankā€¦

PEP-Web Tip of the Day

You can specify Rank as the sort order when searching (it’s the default) which will put the articles which best matched your search on the top, and the complete results in descending relevance to your search. This feature is useful for finding the most important articles on a specific topic.

You can also change the sort order of results by selecting rank at the top of the search results pane after you perform a search. Note that rank order after a search only ranks up to 1000 maximum results that were returned; specifying rank in the search dialog ranks all possibilities before choosing the final 1000 (or less) to return.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fissi, S. (2003). ALLA RICERCA DI NUOVI MODELLI DELLA MENTE: PSICOANALISI E NEUROSCIENZE A CONFRONTO. Psicoter. Sci. Um., 37(2):73-90.

(2003). Psicoterapia e Scienze Umane, 37(2):73-90

ALLA RICERCA DI NUOVI MODELLI DELLA MENTE: PSICOANALISI E NEUROSCIENZE A CONFRONTO

Stefano Fissi

I recenti progressi delle neuroscienze propongono alla psicoanalisi l'urgenza di trovare nuovi sinergismi, sia nel senso neuroscienze versus psicoanalisi (l'adeguamento dei modelli della mente che si rifanno alla neurobiologia di fine ottocento con lo stato attuale delle ricerche), sia nel senso psicoanalisi versus neuroscienze (la ricerca sul cervello può essere stimolata e indirizzata dalla clinica psicoanalitica). Esempi del primo caso sono: 1) le conseguenze delle acquisizioni sulla memoria sul concetto di inconscio. La memoria è costituita da sistemi multipli di elaborazione dell'informazione sviluppati in parallelo, di cui il sistema della memoria implicita si colloca nella parte inconscia dell'Io (meccanismi di difesa, inconscio procedurale), e il sistema della memoria esplicita invece corrisponde all'inconscio dinamico (che può essere recuperato alla coscienza superando la barriera della rimozione); 2) l'organizzazione interattiva, circolare, sensibile al contesto della memoria, che rende inevitabile una two person-psychology, ed estende l'ambito di osservazione alla matrice interattiva paziente-analista. Lo scambio analitico avviene attraverso continue interazioni, e queste promuovono un aumento di insight, come esemplificato dall'enactment. Esempio del secondo caso è il Nachträglichkeit (differimento rielaborativo), che conferma il funzionamento bifasico della memoria e la teoria del presente ricordato di Edelman. La ripetizione delle esperienze traumatiche è espressione non solo della coazione a ripetere, ma anche un tentativo di rielaborare e integrare questi fattori di disorganizzazione.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.