Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: You can access over 100 digitized books…

PEP-Web Tip of the Day

Did you know that currently we have more than 100 digitized books available for you to read? You can find them in the Books Section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2003). Alice Miller, Il risveglio di Eva. Come superare la cecità emotiva. (Ed. orig. Evas Envachen. Über die Auflösung emotionaler Blindheit. Frankfurt am Main: Suhrkamp, 2001). Traduzione di Maria Gregorio. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2002, pp. 160, € 13,50.. Psicoter. Sci. Um., 37(3):116-118.

(2003). Psicoterapia e Scienze Umane, 37(3):116-118

Alice Miller, Il risveglio di Eva. Come superare la cecità emotiva. (Ed. orig. Evas Envachen. Über die Auflösung emotionaler Blindheit. Frankfurt am Main: Suhrkamp, 2001). Traduzione di Maria Gregorio. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2002, pp. 160, € 13,50.

Review by:
Andrea Castiello d'Antonio

L'opera di Alice Miller è, probabilmente, ancora poco conosciuta, e tende ad essere più apprezzata nei circoli culturali o in aree di impegno educativo, sociale ed assistenziale, piuttosto che nello specifico settore della salute mentale e della pratica psicoterapeutica privata. Del resto, è pur vero che il suo pensiero si presta ad essere integrato nel contesto culturale e professionale del professionista, il quale non per questo avverte il bisogno di divenire un milleriano, cosa certamente salutare nell'ottica dell'integrazione di conoscenze e di sensibilità che, non per forza, devono essere viste come indirizzate verso l'appartenenza ad una «scuola». Il lato debole di tale situazione può però essere quello di una ricorsiva e costante dimenticanza dei concetti fondamentali proposti da Alice Miller, a loro volta basati sulle sue personali e faticose scoperte, nell'arco, come lei stessa afferma, di tre analisi tradizionali, di un'esperienza di terapia primaria, del suo lavoro con i pazienti e, naturalmente, della sua vita in senso generale. Le sue idee, insomma, corrono il rischio di essere date per scontate, messe un po' da parte, o criticate per la loro unidimensionalità (reale o percepita).

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.