Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To share an article on social media…

PEP-Web Tip of the Day

If you find an article or content on PEP-Web interesting, you can share it with others using the Social Media Button at the bottom of every page.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Bolko, M. (2004). LA DIAGNOSI DI NORMALITÀ. Psicoter. Sci. Um., 38(1):45-54.

(2004). Psicoterapia e Scienze Umane, 38(1):45-54

LA DIAGNOSI DI NORMALITÀ

Marianna Bolko

Viene fatto un panorama su alcuni problemi del concetto di normalità in psicoanalisi, discutendo, tra le altre cose, le nozioni di Hartmann (“ambiente mediamente attendibile”), Winnicott (“madre sufficientemente buona”), Gitelson (la questione della selezione dei candidati “normali” per il training psicoanalitico), Bollas (la personalità “normotica”), e McDougall (la personalità “normopatica”). Viene poi presentato in maggiore dettaglio l'approccio etnopsicoanalitico di Parin (“ambiente mediamente mutevole”), e i “meccanismi di adattamento” da lui individuati: Io di gruppo, coscienza di clan, identificazione con il ruolo. Infine, viene discusso il problema della normalità in adolescenza, età tempestosa e per questo stereotipo da alcuni considerata “non normale”, facendo riferimento in questo contesto alla ricerca sociologica Yard del 2000 e ai contributi di Offer e Jeammet.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.