Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use the Information icon…

PEP-Web Tip of the Day

The Information icon (an i in a circle) will give you valuable information about PEP Web data and features. You can find it besides a PEP Web feature and the author’s name in every journal article. Simply move the mouse pointer over the icon and click on it for the information to appear.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Migone, P. (2004). EDITORIALE. Psicoter. Sci. Um., 38(2):149-152.

(2004). Psicoterapia e Scienze Umane, 38(2):149-152

EDITORIALE

Paolo Migone

Non c'è dubbio che una tendenza della psicoanalisi contemporanea sia quella di diventare sempre di più una fenomenologia. Con questo non si vuole esprimere una valutazione pro o contro una determinata opzione. Il problema è che Freud vide la psicoanalisi nettamente in opposizione alle idee portanti della fenomenologia. Rimane quindi da spiegare come mai questo viraggio non venga maggiormente sottolineato, non ci si chieda cosa significhi per il destino della psicoanalisi, e soprattutto perché non si debbano chiamare le cose col loro nome.

Ma vediamo meglio in che senso si può affermare che la psicoanalisi si sia trasformata in fenomenologia. Non si tratta tanto del filone kohutiano o dei cosiddetti intersoggettivisti, quanto di sviluppi le cui prime avvisaglie si possono scorgere già con l'evoluzione del pensiero kleiniano. In origine il kleinismo clinico si caratterizzava per l'utilizzo della interpretazione come strumento terapeutico par excellence, interpretazione che doveva essere profonda e “vera”, utilizzata persino con bambini e psicotici. Quindi si caratterizzava in un modo psicoanalitico per così dire “forte”, differenziandosi dalla tecnica insegnata da Anna Freud che invece privilegiava una attenta valutazione delle difese, cioè dell'Io, e quindi una attenzione per il livello di sviluppo (questa tendenza sarà formalizzata dalla fine degli anni 1930 da Hartmann e dagli psicologi dell'Io che caratterizzeranno l'identità della psicoanalisi nordamericana, oggi criticati da più parti negli stessi Stati Uniti).

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.