Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see the German word that Freud used to refer to a concept…

PEP-Web Tip of the Day

Want to know the exact German word that Freud used to refer to a psychoanalytic concept? Move your mouse over a paragraph while reading The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud and a window will emerge displaying the text in its original German version.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2004). Mark Solms & Oliver Turnbull, Il cervello e il mondo interno. Introduzione alle neuroscienze dell'esperienza soggettiva. Prefazione di Oliver Sacks. Traduzione di Andrea Clarici. Milano: Cortina, 2004, pp. xx+383, € 29,80 (ed. orig.: The Brain and the Inner World: An Introduction to the Neuroscience of Subjective Experience. New York: Other Press, 2002). Psicoter. Sci. Um., 38(3):408-409.

(2004). Psicoterapia e Scienze Umane, 38(3):408-409

Mark Solms & Oliver Turnbull, Il cervello e il mondo interno. Introduzione alle neuroscienze dell'esperienza soggettiva. Prefazione di Oliver Sacks. Traduzione di Andrea Clarici. Milano: Cortina, 2004, pp. xx+383, € 29,80 (ed. orig.: The Brain and the Inner World: An Introduction to the Neuroscience of Subjective Experience. New York: Other Press, 2002)

Questo, che è il quarto libro di Solms come autore principale, continua il progetto iniziato negli altri libri, soprattutto The Neuropsychology of Dreams (del 1997) e Neuropsicoanalisi: un'introduzione clinica alla psicologia del profondo (del 2001, scritto con Karen Kaplan-Solms, e tradotto da Cortina nel 2002). Il progetto, come Solms stesso scrisse in una lettera del 1987 a Oliver Sacks (che qui è autore della prefazione), è quello di “esaminare la relazione tra la psicoanalisi e la neuropsicologia (…) e di dimostrare come la psicoanalisi sia fondata su solidi principi neurologici” (p. ix). Solms continua l'esplorazione di quel “momento di transizione” del 1890 quando Freud sembrò abbandonare la osservazione “neurologica” per dedicarsi alla osservazione puramente “psicologica” della psicoanalisi (un libro di Solms del 1990, scritto con M. Saling, si intitola appunto A Moment of Transition). Ma questo allontanamento non fu determinato da motivi di principio (come testimonia anche il Progetto del 1985), bensì dalle conoscenze neurologiche di allora che erano ad uno stadio primitivo. Freud poi non poté conoscere gli sviluppi della neuropsicolgia vera e propria, che fu approfondita solo durante la seconda guerra mondiale da Lurija, il quale, prima di essere costretto ad allontanarsi dalla psicoanalisi perché nell'Unione Sovietica venne ostracizzata, raggiunse risultati complementari a quelli della psicoanalisi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.