Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most popular articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Popular Journal Articles on PEP Web by checking the PEP tab found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2005). Gavin Miller, R.D. Laing. Edinburgh: Edinburgh Review in association with Edinburgh University Press, 2004, pp. 144, £ 9.99. Psicoter. Sci. Um., 39(4):569-570.

(2005). Psicoterapia e Scienze Umane, 39(4):569-570

Gavin Miller, R.D. Laing. Edinburgh: Edinburgh Review in association with Edinburgh University Press, 2004, pp. 144, £ 9.99

Questa breve biografia si propone di inquadrare la vita e l'opera di Laing in una luce equilibrata, partendo dalla constatazione che, soprattutto nella sua terra di origine, Laing è stato rapidamente dimenticato o volutamente posto in uno spazio relegato e inaccessibile ai più. Ronald David Laing (Glasgow, 7 ottobre 1927 - St. Tropez, 23 agosto 1989), ha legato il suo nome a quello di persone che hanno molto meno subito il declino della memoria (Cooper, Goffman, Scheff e Szasz), nel contesto del movimento dell'antipsichiatria. Tale oblio è sottolineato più volte nel testo, con specifico riferimento alla sottovalutazione maturata in terra di Scozia, dove si è dato maggiore peso alla deriva degli ultimi anni della sua vita, piuttosto che al suo originale contributo, non solo in quanto psichiatra che ha sfidato l'establishment di allora, ma anche in quanto intellettuale del suo tempo. Con coraggio sono messi subito in evidenza i comportamenti riprovevoli manifestati nelle fasi finali della vita: alcolismo, modalità professionali non propriamente deontologiche, azioni violente, fino a chiari segni di disturbo psichico: manifestazioni collegabili a ciò che Laing descrisse del suo ambiente familiare ma che egli stesso sembrò non essere stato in grado di collegare esplicativamente e terapeuticamente. A tali manifestazioni si accompagnò, sempre nelle ultime fasi della sua vita, la pubblicazione di alcuni testi definiti esplicitamente da Miller “bad books” e la completa perdita della reputazione professionale.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.