Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by sourceā€¦

PEP-Web Tip of the Day

After you perform a search, you can sort the articles by Source. This will rearrange the results of your search, displaying articles according to their appearance in journals and books. This feature is useful for tracing psychoanalytic concepts in a specific psychoanalytic tradition.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2006). AEROFOBIA: UNA INTERPRETAZIONE PSICOANALITICA. Psicoter. Sci. Um., 40(1):63-86.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(1):63-86

AEROFOBIA: UNA INTERPRETAZIONE PSICOANALITICA

Andrea Castiello d'Antonio

Viene proposta una riflessione sull'ansia del volo, o aerofobia, introdotta da alcune riflessioni generali riferite agli studi di psicologia dell'aviazione civile e militare. Dopo aver richiamato i primissimi contributi di Freud degli anni 1890 sulla genesi delle fobie, sulla loro separazione dalle ossessioni e sul concetto di nevrosi di angoscia, si delinea la psicodinamica delle fobie con particolare riferimento alla gerarchia evolutiva dell'ansia fatta da Gabbard (2000). Viene quindi proposto un quadro fenomenologico dell'angoscia del volo. A tale quadro si collega un'interpretazione psicoanalitica della situazione di volo per illustrare lo stato soggettivo della persona e le sue sofferenze; sono esaminati i vissuti persecutori e di isolamento empatico, il blocco nell'espressione dell'aggressività, la pressione sociale e l'impedimento a muoversi fisicamente. L'aerofobia rappresenta un eccellente esempio di sovradeterminazione del sintomo.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.