Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for a specific phrase…

PEP-Web Tip of the Day

Did you write an article’s title and the article did not appear in the search results? Or do you want to find a specific phrase within the article? Go to the Search section and write the title or phrase surrounded by quotations marks in the “Search for Words or Phrases in Context” area.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2006). Vincenzo Caretti & Daniele La Barbera (a cura di), Alessitimia. Valutazione e trattamento. Roma: Astrolabio, 2005, pp. 208, € 18,00. Psicoter. Sci. Um., 40(1):123.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(1):123

Vincenzo Caretti & Daniele La Barbera (a cura di), Alessitimia. Valutazione e trattamento. Roma: Astrolabio, 2005, pp. 208, € 18,00

Review by:
Andrea Castiello d'Antonio

Il volume raccoglie otto contributi suddivisi in due sezioni, a firma di diversi autori che, da prospettive e con interessi scientifico-applicativi diversi, affrontano l'affascinante costrutto dell'alessitimia: un concetto che si è fatto strada decisamente nella comunità scientifica internazionale, sia per la sua articolazione teorica, sia per la sua capacità di dare una spiegazione coerente a profili clinici emergenti. Inoltre in Appendice — e questo rappresenta un notevole valore aggiunto del testo — è presentata e discussa la TAS-20: la Toronto Alexithymia Scale, ideata da Taylor (psicoanalista), Bagby (esperto di psicometria) e Parker (psicologo clinico) — il cosiddetto gruppo di Toronto — validata in Italia a cura dell'équipe di ricerca di Cinzia Bressi (autrice di una breve Presentazione del libro, insieme alla Introduzione di Graeme J. Taylor).

I contributi seguono un criterio logico nella discussione degli aspetti teorici, tecnici e clinici dell'alessitimia, iniziando con l'aspetto pragmatico della ricerca, vale a dire con la presentazione della TAS-20. L'alessitimia, in origine, è stata identificata in pazienti affetti da malattie psicosomatiche ed ha avuto come precursore il concetto di pensiero operatorio (Marty P. & de M'Uzan M., La “pensée opératoire”. Revue Française de Psychanalyse, Suppl., 1963, pp. 1345-1356). Ma è solo con Sifneos, agli inizi degli anni 1970, che viene coniato il termine specifico di alessitimia.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.