Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find a specific quote…

PEP-Web Tip of the Day

Trying to find a specific quote? Go to the Search section, and write it using quotation marks in “Search for Words or Phrases in Context.”

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Galli, P.F. (2006). TECNICA E TEORIA DELLA TECNICA IN PSICOANALISI TRA ARCAICO E POSTMODERNO. Psicoter. Sci. Um., 40(2):153-164.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(2):153-164

TECNICA E TEORIA DELLA TECNICA IN PSICOANALISI TRA ARCAICO E POSTMODERNO

Pier Francesco Galli

La cultura psicoanalitica è stata spesso trasmessa come una sequenza di verità di fede, in cui si è confuso il concetto di “tecnica standard” con il metodo e l'essenza stessa della psicoanalisi. In modo sacerdotale, si è trasmessa la verità e non il modo per cercarla, producendo la cultura della sottomissione dove le citazioni sostituiscono l'analisi dei concetti e la formazione produce “deformazione”. La progressiva scomparsa dei padrini più potenti ha provocato poi una crisi di autorità nelle ultime generazioni, che sono passate dalle certezze dogmatiche alle “incertezze relativistiche”. I nuovi padrini si sentono liberati e si comportano come mummie che imparano a camminare: si scopre l'ovvio, si sente il bisogno di raccontare al mondo che si è riso in analisi (producendo a volte l'inquietante effetto della “Mummia ridens”), si fanno self-revelations e altre new experiences di varia umanità.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.