Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access “The Standard Edition” of Freud’s work…

PEP-Web Tip of the Day

You can directly access Strachey’s The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud through the Books tab on the left side of the PEP-Web screen.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2006). Roberto Tagliacozzo, Ascoltare il dolore. Scritti. A cura di Nicoletta Bonanome e Livia Tagliacozzo. Roma: Astrolabio, 2005, pp. 225, € 18,00. Psicoter. Sci. Um., 40(2):250-251.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(2):250-251

Roberto Tagliacozzo, Ascoltare il dolore. Scritti. A cura di Nicoletta Bonanome e Livia Tagliacozzo. Roma: Astrolabio, 2005, pp. 225, € 18,00

Review by:
Andrea Castiello d'Antonio

Questo volume raccoglie gli scritti dello psicoanalista romano Roberto Tagliacozzo (1928-1997), una figura nota nel panorama della psicoanalisi italiana, emersa soprattutto nel corso degli ultimi due decenni dello scorso secolo, ai tempi in cui la Società Psicoanalitica Italiana (SPI) era guidata da Eugenio Gaddini, Glauco Carloni, Giovanni Hautmann e Giuseppe Di Chiara. Fino ad oggi i contributi di Tagliacozzo - già segretario dell'Istituto Nazionale di Training e presidente della SPI agli inizi degli anni 1990 - erano sparsi soprattutto nelle due riviste della SPI (la Rivista di Psicoanalisi e Psiche, di cui fu direttore) e in volumi (vedi ad esempio il Trattato di psicoanalisi a cura di A.A. Semi, Milano: Cortina, 1989); a questi si devono aggiungere le numerose relazioni presentate in sedi scientifiche. Strutturato in sei parti, corredato da un utile indice analitico e ben curato nell'articolazione delle tematiche e nella presentazione, il testo si apre con una sintetica Premessa a firma di Nicoletta Bonanome e con un'ampia Introduzione curata da Antonio Di Benedetto. Seguendo la nota d'apertura di Bonanome, di Tagliacozzo sono da ricordare la sua formazione medica, integrata dalla specializzazione in neurologia e psichiatria, fino al momento del suo incontro con la psicoanalisi nella persona di Nicola Perrotti, sul finire degli anni 1950. Personalità ricca ed articolata, appassionato di arti e soprattutto affascinato dalla musica, ha rappresentato il classico esempio di analista freudiano aperto alle sollecitazioni di pensieri diversi (Klein, Bion e successivamente Kohut) e fortemente proteso a vivere la psicoanalisi nel sociale, a contatto con la realtà della vita e con il dispiegarsi delle sue multiformi problematiche.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.