Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To open articles without exiting the current webpage…

PEP-Web Tip of the Day

To open articles without exiting your current search or webpage, press Ctrl + Left Mouse Button while hovering over the desired link. It will open in a new Tab in your internet browser.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Merini, A. (2006). IL CORPO DELLA DONNA MIGRANTE NELLA RELAZIONE TERAPEUTICA: ALCUNE QUESTIONI SUL CONTROTRANSFERT. Psicoter. Sci. Um., 40(3):535-542.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(3):535-542

IL CORPO DELLA DONNA MIGRANTE NELLA RELAZIONE TERAPEUTICA: ALCUNE QUESTIONI SUL CONTROTRANSFERT

Alberto Merini

L'autore prende in considerazione la complessità e polisemicità delle risposte degli psicoterapeuti al corpo della donna di differenti culture, complessità che può influenzare negativamente la relazione terapeutica. Alla luce della propria esperienza di psichiatria e psicoterapia transculturale e con setting in cui operano più terapeuti, sottolinea come ai fini della comprensione dei pazienti provenienti da altre culture sia particolarmente utile una costante verifica di gruppo del controtransfert.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.