Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see translations of Freud SE or GW…

PEP-Web Tip of the Day

When you hover your mouse over a paragraph of the Standard Edition (SE) long enough, the corresponding text from Gesammelte Werke slides from the bottom of the PEP-Web window, and vice versa.

If the slide up window bothers you, you can turn it off by checking the box “Turn off Translations” in the slide-up. But if you’ve turned it off, how do you turn it back on? The option to turn off the translations only is effective for the current session (it uses a stored cookie in your browser). So the easiest way to turn it back on again is to close your browser (all open windows), and reopen it.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2006). TRACCE. Psicoter. Sci. Um., 40(4):787-794.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(4):787-794

TRACCE

TRACCE

Edited by:
Pier Francesco Galli e Alberto Merini

In questa rubrica compare la pubblicazione di materiali, editi o inediti, che tentano di ricostruire una specie di storia della psicologia, della psichiatria e della psicoterapia, a volte con la forza emozionale dell'aneddotica sottratta alle storiografie accademiche. La rubrica si sviluppa lungo tre filoni: uno è quello dell'analisi delle varie stereotipie psicoanalitiche nelle loro declinazioni e del modo con cui è stata trasmessa la teoria della tecnica; il secondo è la ricostruzione di pezzi della storia italiana del settore, nell'ottica che è sempre stata del gruppo di Psicoterapia e Scienze Umane; il terzo filone è costituito dalla ristampa di articoli “d'epoca” rilevanti per il dibattito attuale.

Un ricordo di Mario Tommasini

Paolo Migone

Il 18 aprile 2006, a 77 anni, è morto Mario Tommasini. I colleghi della mia generazione sanno bene chi è, ma i più giovani possono non conoscerlo, per cui abbiamo pensato di dedicargli la rubrica “Tracce” di questo numero. La figura di Tommasini è stata un'anima importante di quel variegato movimento antistituzionale, e in particolare “antipsichiatrico”, che si è diffuso in Italia a partire dalla fine degli anni 1960. Gli dedichiamo questa rubrica non solo per motivi affettivi, che sono importanti per quelli di noi che lo hanno conosciuto e hanno potuto apprezzare certe sue straordinarie doti umane, ma soprattutto perché riteniamo che rappresenti un esempio di come in quegli anni in Italia spesso la politica non abbia saputo cogliere e interpretare determinate istanze che partivano dalla società civile.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.