Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To save articles in ePub format for your eBook reader…

PEP-Web Tip of the Day

To save an article in ePub format, look for the ePub reader icon above all articles for logged in users, and click it to quickly save the article, which is automatically downloaded to your computer or device. (There may be times when due to font sizes and other original formatting, the page may overflow onto a second page.).

You can also easily save to PDF format, a journal like printed format.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Caldirola, M.G. (2006). Filippo Muratori, Ragazzi violenti. Bologna: Il Mulino, 2005, pp. 141, € 8,00. Psicoter. Sci. Um., 40(4):826-829.

(2006). Psicoterapia e Scienze Umane, 40(4):826-829

Filippo Muratori, Ragazzi violenti. Bologna: Il Mulino, 2005, pp. 141, € 8,00

Review by:
Maria Grazia Caldirola

Questo agile libro è uscito di recente nella collana “Farsi un'idea”, che si propone di orientare il lettore dandogli una visione generale, ma non superficiale, su alcuni temi all'ordine del giorno. L'autore, docente di Neuropsichiatria infantile all'Università di Pisa e direttore di una Unità Operativa di Psichiatria dello sviluppo, non si rivolge tanto agli specialisti, quanto al lettore “comune”, cercando di rispondere a una serie di domande che potrebbero venire da genitori, insegnanti ed educatori di fronte a quei fenomeni di violenza giovanile che negli ultimi tempi hanno occupato le prime pagine dei giornali. A questo scopo si impone di usare un linguaggio il più possibile chiaro, introducendo altresì delle domande a mo' di titolo dei paragrafi: “Perché si diventa violenti?”, “È possibile curare?”, ecc.; inoltre spesso si serve di esempi tratti dalla filmografia o dalla letteratura, rendendo il testo indubbiamente accattivante.

Fin dall'inizio Muratori sottolinea una caratteristica psicologica tipica dei “ragazzi violenti”: un difetto di “mentalizzazione”, l'incapacità cioè di rappresentarsi a livello mentale i propri stati d'animo e la propria esperienza, il che comporta, di conseguenza, assenza di empatia e difetto di comunicazione. Questo funzionamento mentale tipico viene fatto risalire alla presenza di relazioni precoci di accudimento “inappropriate”. Nonostante sia abbastanza noto che in tema di “mentalizzazione” si segnalano ancora in tempi recenti i significativi contributi di Fonagy e di altri che fanno capo al suo gruppo, questi studiosi nel corso del libro non vengono menzionati. Obiettivo di Muratori è di mettere in luce da una parte i fattori neurobiologici e dall'altra quelli ambientali; risulta pertanto particolarmente chiaro ed efficace là dove descrive il funzionamento delle strutture cerebrali coinvolte nella gestione del comportamento violento, e inoltre dove evidenzia come la maturazione di queste strutture possa essere influenzata, per esempio a livello ormonale, dalle esperienze socio-affettive, specie precoci.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.