Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use the Information icon…

PEP-Web Tip of the Day

The Information icon (an i in a circle) will give you valuable information about PEP Web data and features. You can find it besides a PEP Web feature and the author’s name in every journal article. Simply move the mouse pointer over the icon and click on it for the information to appear.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cavagna, D. (2007). Orlando Todarello & Piero Porcelli (a cura di), Trattamenti in medicina psicosomatica. Psicoterapie, farmacoterapie e neuroscienze. Prefazione di Giovanni Dello Russo. Introduzione di Thomas N. Wise. Postfazione di Marcello Nardini. Milano: FrancoAngeli, 2006, pp. 383, € 32,00. Psicoter. Sci. Um., 41(2):251-254.

(2007). Psicoterapia e Scienze Umane, 41(2):251-254

Orlando Todarello & Piero Porcelli (a cura di), Trattamenti in medicina psicosomatica. Psicoterapie, farmacoterapie e neuroscienze. Prefazione di Giovanni Dello Russo. Introduzione di Thomas N. Wise. Postfazione di Marcello Nardini. Milano: FrancoAngeli, 2006, pp. 383, € 32,00

Review by:
Davide Cavagna

Che cosa s'intende con “psicosomatica”? Una scienza che formula precise leggi psicogenetiche circa l'insorgenza di (alcune o tutte le) malattie organiche? Una disciplina che si occupa di condizioni cliniche che insorgono dall'interazione di aspetti biologici, psicologici e sociali? Ovvero una filosofia della medicina fondata su una concezione olistica della persona? Queste e altre accezioni a cui è ricollegabile l'espressione “medicina psicosomatica”, spesso sovrapposte o confuse tra loro, cercano di dare il senso di una pratica clinica che pone attenzione al significato che gli eventi di vita e le caratteristiche di personalità, con il loro corteo emozionale, hanno per la salute e la malattia dell'individuo o del gruppo. Tuttavia, se in passato tale attenzione è stata caratterizzata dalla ricerca di cause determinanti, ovvero dal tentativo di definire un profilo di “personalità psicosomatica”, almeno a partire dagli anni 1990 la delusione è sembrata prevalere sull'entusiasmo, tanto che l'oggetto di studio della psicosomatica è stato spesso confinato, in psichiatria, nell'ambito dei cosiddetti “disturbi somatoformi”. La crescente complessità delle teorie psicosomatiche e l'accumularsi di rilievi empirici di difficile lettura hanno spinto i più a rinunciare all'idea di una causazione diretta e lineare dallo psichico al somatico, in favore di un approccio multifattoriale alla spiegazione della malattia.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.