Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: Books are sorted alphabetically…

PEP-Web Tip of the Day

The list of books available on PEP Web is sorted alphabetically, with the exception of Freud’s Collected Works, Glossaries, and Dictionaries. You can find this list in the Books Section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Vivona, J.M. (2007). DALLA “METAFORA” EVOLUTIVA AL “MODELLO” EVOLUTIVO: IL RESTRINGIMENTO DEL RUOLO DEL LINGUAGGIO NELLA CURA DELLA PAROLA. Psicoter. Sci. Um., 41(4):443-464.

(2007). Psicoterapia e Scienze Umane, 41(4):443-464

DALLA “METAFORA” EVOLUTIVA AL “MODELLO” EVOLUTIVO: IL RESTRINGIMENTO DEL RUOLO DEL LINGUAGGIO NELLA CURA DELLA PAROLA

Jeanine M. Vivona

Gli psicoanalisti hanno fatto ricorso allo sviluppo infantile in modi diversi per comprendere gli aspetti non verbali dell'esperienza vissuta e anche della terapia. Qui vengono confrontati due usi delle concezioni dello sviluppo infantile e le loro implicazioni per la comprensione del linguaggio e dell'azione terapeutica della psicoanalisi: la “metafora” evolutiva di Hans Loewald, e il “modello” evolutivo di Daniel N. Stern basato sui dati dell'infant research. L'uso metaforico che Loewald fa dello sviluppo infantile identifica e quindi potenzia il ruolo centrale del linguaggio. Al contrario, Stern e il Boston Change Process Study Group esagerano le qualità astratte e disincarnate del linguaggio, sottovalutando il grado con cui l'esperienza può essere verbalizzata, come viene dimostrato da esempi clinici pubblicati. Se la psicoanalisi aderisce a modelli evolutivi come quello di Stern, è costretta ad accettare un restringimento del ruolo del linguaggio nella cura della parola.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.