Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use Evernote for note taking…

PEP-Web Tip of the Day

Evernote is a general note taking application that integrates with your browser. You can use it to save entire articles, bookmark articles, take notes, and more. It comes in both a free version which has limited synchronization capabilities, and also a subscription version, which raises that limit. You can download Evernote for your computer here. It can be used online, and there’s an app for it as well.

Some of the things you can do with Evernote:

  • Save search-result lists
  • Save complete articles
  • Save bookmarks to articles

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cavagna, D. (2007). Recensione-saggio: Janine Chasseguet-Smirgel, Il corpo come specchio del mondo. Trad. di Mattia Cis & Franco Del Corno. Milano: Raffaello Cortina, 2005, pp. 170, € 18,00 (ed. orig.: Le corps comme miroir du monde. Paris: Presses Universitaires de France, 2003). Psicoter. Sci. Um., 41(4):509-514.

(2007). Psicoterapia e Scienze Umane, 41(4):509-514

RECENSIONI

Recensione-saggio: Janine Chasseguet-Smirgel, Il corpo come specchio del mondo. Trad. di Mattia Cis & Franco Del Corno. Milano: Raffaello Cortina, 2005, pp. 170, € 18,00 (ed. orig.: Le corps comme miroir du monde. Paris: Presses Universitaires de France, 2003)

Review by:
Davide Cavagna

In Collaboration with:
Andrea Castiello d'Antonio e Mauro Fornaro

A Janine Chasseguet-Smirgel (1928-2006) - già compagna di vita e di pensiero di Béla Grunberger - si deve un impegno incessante nello studio e nella cura degli enigmi della sessualità femminile, della “malattia di idealità” e delle perversioni; impegno testimoniato da una vasta produzione scientifica, animata anche da un'incessante tensione conoscitiva nel campo dell'arte e della letteratura. Il pensiero clinico della psicoanalista francese si caratterizza per un'adesione rigorosa e originale al pensiero freudiano, in polemica con la lettura moderna datane da Lacan, nonché per un'attenzione critica alle dinamiche storico-sociali contemporanee e alle ideologie utopiche e totalitarie del Novecento, che l'hanno condotta, tra i primi, a un rifiuto delle derive freudo-marxiste di autori come Reich e Marcuse (vedi Bourdin, 1999).

In questo volume, ultimo in ordine di tempo prima della sua scomparsa, l'autrice espone le sue riflessioni più recenti in merito al rapporto tra corpo e mente, con particolare attenzione alla pulsionalità del soggetto contemporaneo. La sua lucida riflessione s'inscrive nell'ambito di quei contributi che riaffermano la specificità del discorso analitico a partire dalla comprensione clinica di forme psicopatologiche in cui i confini tra nevrosi e psicosi appaiono sfumati.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.