Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To receive notifications about new content…

PEP-Web Tip of the Day

Want to receive notifications about new content in PEP Web? For more information about this feature, click here

To sign up to PEP Web Alert for weekly emails with new content updates click click here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cimino, C. (2007). Antonello Correale, Area traumatica e campo istituzionale. Roma: Borla, 2006, pp. 339, € 32,00. Psicoter. Sci. Um., 41(4):523-525.

(2007). Psicoterapia e Scienze Umane, 41(4):523-525

Antonello Correale, Area traumatica e campo istituzionale. Roma: Borla, 2006, pp. 339, € 32,00

Review by:
Cristiana Cimino

L'ultimo libro di Antonello Correale si inserisce coerentemente nel filone di ricerca che ormai da un ventennio egli ha inaugurato: un audace tentativo di coniugare l'esperienza istituzionale di responsabile di Servizi Psichiatrici e quella di psicoanalista. Esso nasce da quella terra di mezzo scivolosa dove si incontrano e si scontrano psicoanalisi e psichiatria, incontro-scontro che ancora fa storcere il naso a tanti psicoanalisti “puri e duri” da una parte, e induce il sospetto negli operatori dei servizi dall'altra. L'ultima ponderosa fatica di Correale ripercorre e mette a fuoco i capisaldi del suo pensiero degli ultimi anni: l'area traumatica e la psicosi, il disturbo borderline, e, naturalmente, il gruppo, fino a temi al confine con la filosofia - la noia, la narrazione - affrontati nell'ultima ma non marginale parte dedicata agli Approfondimenti. Attingendo non solo da psichiatria e psicoanalisi, ma da letteratura e filosofia, Correale è riuscito a scrivere un libro leggero che tratta di cose pesanti, percorso da una capacità e forse da un desiderio di esporsi non facilissimi da incontrare negli ambiti in cui egli opera. Dichiaratamente il libro è stato pensato per illuminare e fronteggiare le zone d'ombra che, secondo Correale (e non solo secondo lui), si presentano agli operatori nel contatto con il cosiddetto paziente grave, sollecitando irrigidimenti e reazioni di evitamento, se non qualcosa di peggio, sia nell'istituzione che nel singolo operatore. Si parla, insomma, della cosiddetta burning syndrome, che il testo di Correale evoca implicitamente e nell'accezione più ampia del termine. Anzi, direi che questo è il leit motiv che percorre l'intero libro. La formula, articolata e soprattutto - lo si intuisce - vissuta, che Correale propone come antidoto, ha due capisaldi: uno è il transfert e il suo rapporto con il gruppo di lavoro istituzionale, l'altro è l'area traumatica.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.